Milano , 17 settembre 2019   |  

A Milano al grido di Allah akbar aggredisce militare in stazione

Il pronto intervento di alcuni commilitoni e dei Carabinieri ha scongiurato il peggio per un soldato dell'operazione "Strade sicure"

Al grido di Allah akbar uno straniero le cui generalità non sono ancora state rese note ha aggredito questa mattina martedì 17 Settembre, nei pressi della piazza duca d’Aosta a Milano, un militare in servizio dell'operazione “Strade sicure”.

Nel corso della colluttazione, durante la quale il militare ha riportato una lieve ferita al collo, il soggetto è stato prontamente immobilizzato dai commilitoni grazie alle tecniche acquisite durante l’addestramento al metodo di difesa militare.

Successivamente, l’aggressore è stato consegnato alle Forze di Polizia mentre il militare è stato portato in codice verde all’ospedale Fatebenefratelli di Milano.
«È veramente grave quanto accaduto questa mattina in Piazza Duca d’Aosta», ha commentato Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza, prontamente giunto sul luogo dell'aggressione.

«Esprimo la mia vicinanza al militare ferito con delle forbici alla gola e ringrazio i Carabinieri per aver fermato l’aggressore dopo che si era dato alla fuga», ha poi precisato l'Assessore.

Anche se i contorni della vicenda saranno chiariti nelle prossime ore l'aggressione potrebbe rientrare tra quelle di chiara matrice terroristica islamica. Già a Maggio 2017 un italo-tunisino di 20 anni, che aveva postato sui social video inneggianti all’Isis ed era stato indagato per terrorismo internazionale, aveva accoltellato all’interno della Stazione due militari e un poliziotto. “Mi auguro, che dopo aver scontato la pena, venga espulso”, ha infine dichiarato Riccardo De Corato

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Ottobre 1879 Thomas Edison testa la prima lampadina funzionante in modo efficace (resterà accesa per 13 ore e mezza prima di bruciarsi)

Social

newFB newTwitter