Milano , 08 febbraio 2018   |  

A Palazzo Pirelli: il ricordo del martirio e dell’esodo giuliano-dalmata-istriano

In aula consiliare la cerimonia di premiazione del concorso scolastico indetto dal Consiglio regionale

Pfo Toscana a Pola2

L’Aula del Consiglio regionale della Lombardia ospiterà domani venerdì 9 Febbraio la cerimonia che, come ogni anno da quando nel 2008 una legge regionale istituì la ricorrenza, fa memoria del dramma delle foibe e dell’esodo della popolazione Giuliano-Dalmata-Istriana. La ricorrenza del “Giorno del Ricordo” è stata individuata nella data del 10 Febbraio quando nel 1947 furono siglati i Trattati di Parigi che ridisegnarono l’Europa e definirono i nuovi confini italiani.

Domani a Palazzo Pirelli saranno presenti rappresentanti delle Associazioni degli esuli Giuliano Dalmati e gli studenti delle scuole secondarie lombarde che hanno partecipato alla decima edizione del concorso indetto dal Consiglio regionale e che quest’anno ha per titolo “Storie, testimonianze e opere dell’identità italiana nell’esodo giuliano-dalmata-istriano per l’affermazione dei valori del ricordo a dieci anni dalla legge regionale della Lombardia”. Diversi gli istituti scolastici coinvolti, con 26 elaborati pervenuti complessivamente, sia individuali che di gruppo, da parte di scuole primarie e secondarie della Lombardia.

La cerimonia sarà aperta alle ore 10 dall’intervento del Presidente del Consiglio regionale: nel corso della cerimonia interverranno poi il Vice Presidente nazionale dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Davide Rossi e il Presidente del Comitato provinciale di Milano dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Matteo Gherghetta, la dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Marcella Fusco e l’Assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro. Prevista anche la testimonianza dello scrittore Pietro Prever, figlio di esuli e autore del libro “Il pescatore”, mentre in rappresentanza dei ragazzi presenti prenderà la parola lo studente Stefano Barlocchi.

Tutti gli studenti premiati, con i loro accompagnatori, potranno partecipare ad un viaggio di istruzione di tre giorni al Sacrario militare di Redipuglia, alle Foibe di Basovizza e nelle zone degli avvenimenti cui si riferiscono i loro lavori.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

14 Agosto 1941 Massimiliano Kolbe muore nel bunker della fame ad Auschwitz dopo essersi offerto volontario al posto di un altro prigioniero.

Social

newFB newTwitter