Cantù , 20 febbraio 2021   |  

Acqua San Bernardo Cantù piange la scomparsa di Corsolini

Sorrisi e gioia , ma anche lacrime e dolore. Nemmeno il mondo della palla a spicchi sfugge all'inevitabile duplice volto della vita

basketball 4595887 640 1

Il dolore, in casa Acqua San Bernardo Cantù, ha oggi il volto della scomparsa di Gianni Corsolini, nome che per il sodalizio cestistico della città del mobile appartiene al novero della leggenda. Entrato nella "Italia basket hall of fame" nel 2009, Corsolini aveva cominciato la carriera di allenatore con le giovanili della Virtus Bologna, una delle compagini della sua città natale, nel 2007-08, poi aveva incrociato la strada di Cantù a cui si era legato tra il 1958 e il 1965.

E subito riuscì a conquistarsi, a suon di lavoro duro e talentuoso, le simpatie e l'apprezzamento dell'ambiente. "E' con grande dolore che Pallacanestro Cantù apprende la triste notizia della scomparsa di Gianni Corsolini - scrive la società in una nota- ci lascia una persona genuina , una figura indimenticabile che, nel mondo della pallacanestro, aveva fatto innamorare tutti per genialità, intuizione e passione per questo sport".

Tra i suoi varii incarichi figura anche quello di presidente della Legabasket fino al termine degli anni settanta. "Ho condiviso con Gianni un'avventura sportiva che è cominciata oltre cinquant'anni fa- ha dichiarato anche il presidente canturino Roberto Allievi - abbiamo vissuto momenti felici e altri complicati, Gianni è stato, in ogni momento, un prezioso collaboratore, oltrechè un saggio consigliere, con lui perdiamo un pilastro della nostra storia".

La società esprime quindi la sua vicinanza alla famiglia ovvero alla moglie Mara e ai figli Luca, Claudia e Chiara. Dovunque ora sia, da qualunque stella ora stia guardando la sua amata Cantù, Corsolini avrà certamente inviato una carezza, un sorriso e una pacca sulle spalle di incoraggiamento e stima a Gabriele Procida, gioiellino dell'Acqua San Bernardo di 18 anni.

La guardia ala ha debuttato infatti con la casacca della nazionale maggiore nel match Italia- Estonia, valevole per le qualificazioni a Eurobasket 2022, giocando cinque minuti. Alla fine, dopo l'overtime, il punteggio ha sorriso all'Estonia ma Procida conserva intatta l'emozione di avere realizzato un sogno. E vi è da pensare che Corsolini gli abbia sussurrato in un angolo di cuore: bene, Gabriele, continua così. (Cri.Com.)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

3 Marzo 1426 la Repubblica di Venezia dichiara guerra a Milano

Social

newFB newTwitter