Como , 13 settembre 2017   |  

Aeronautica: trasporta neonato con polmone artificiale

Un C-130J dell’Aeronautica Militare ha trasportato nella notte, martedì 12 Settembre, da Bari a Roma un neonato in imminente pericolo di vita a causa di una grave insufficienza respiratoria riscontrata subito dopo il parto.

IMG 20170913 WA0002

Le condizioni di salute del piccolo paziente, di appena due giorni di vita, hanno reso necessario il trasporto direttamente a bordo di una speciale ambulanza equipaggiata con una sorta di polmone artificiale, apparato in gergo tecnico denominato ECMO (ExtraCorporeal Membrane Oxygenation), che è stata imbarcata direttamente sul velivolo e con la quale il bimbo è stato poi trasferito all’Ospedale pediatrico Bambino Gesù una volta giunti a Roma.

Il velivolo della 46^ Brigata Aerea, uno degli assetti da trasporto della Forza Armata in prontezza per questo genere di esigenze, era decollato in serata dalla base stanziale di Pisa alla volta del capoluogo pugliese, dove nel frattempo era già giunta un’equipe medica specializzata del Bambin Gesù per la predisposizione del trasferimento del bimbo dall’ospedale “Di Venere” di Bari.

La missione, come previsto in questi casi, è stata richiesta dalla Prefettura in coordinamento con i due ospedali coinvolti, ed organizzata dalla Sala Situazioni del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa H24 dell'Aeronautica Militare da dove vengono coordinati anche questo tipo di interventi. Il trasporto si è concluso poco dopo la mezzanotte con l’arrivo all’aeroporto romano di Ciampino.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newFB newTwitter