Como , 04 ottobre 2018   |  

Al Sant'Anna: il baby pit stop certificato Unicef

L’area dedicata a mamme e bambini è collocata al piano +1 verde, all’interno dell’Ambulatorio di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale.

20181003 114029

Uno spazio dedicato all’allattamento e al cambio del pannolino. E’ il Baby Pit Stop dell’ospedale Sant’Anna, “certificato” da Unicef. L’area dedicata a mamme e bambini è collocata al piano +1 verde, all’interno dell’Ambulatorio di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale.

L’individuazione di un ambiente protetto da destinare al momento della poppata fa parte delle iniziative di accoglienza del presidio di via Ravona ed è stato presentato stamattina alla presenza di Mario Barbarini, primario della Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, Luciana Leva, neonatologa, Franca Lazzari, coordinatrice infermieristica del reparto, Manuela Bovolenta, presidente di Unicef Como, Annalisa Donadini, responsabile della UOC Promozione della Salute e Prevenzione fattori di rischio comportamentale di ATS Insubria in occasione della Settimana dell’Allattamento

L'allattamento non ha orari fissi, né un numero definito di poppate nell'arco della giornata. Esistono molteplici modi di allattare ed è difficile per le mamme prevedere dove e quando il bambino chiederà di nutrirsi. “E’ importante offrire un’adeguata accoglienza alle famiglie e promuovere l’utilizzo del latte materno anche per i bimbi prematuri”, ha sottolineato il primario Barbarini.

Tra gli obiettivi previsti dal Piano Regionale della Prevenzione promossi a livello locale dal “Tavolo Tecnico permanente per l’allattamento materno”, coordinato da ATS Insubria - cui partecipano rappresentanti delle ASST, dei punti nascita del territorio, dei consultori e dei pediatri di famiglia - rientra quello di favorire la creazione sul territorio di spazi adeguati negli ambienti pubblici per il miglior svolgimento di un gesto, quale l’allattamento al seno, che richiede rispetto e intimità. Ecco perché anche all’interno dell’ospedale, in cui le famiglie si recano per visite o esami, è stato definito uno spazio ad hoc. Inoltre, molte mamme prolungano l'allattamento ben oltre i primi mesi di vita dei bambini, ottemperando alle raccomandazioni dell'Unicef e dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Il BPS targato Unicef offre comode poltrone, donate da Abio Como, un fasciatoio, opuscoli informativi dell'Unicef e altri materiali istituzionali e un angolo attrezzato per il gioco dei bambini.

Il Baby Pit Stop Unicef si differenzia dagli altri BPS per due motivi. Sono ammessi solo partner istituzionali come, ad esempio, le Aziende socio sanitarie territoriali. In particolare, il BPS è promosso dall'Unicef nelle Asst in cui è attivo il progetto di promozione e sostegno dell'allattamento materno nei servizi territoriali. Inoltre, la sua organizzazione e idoneità sono garantite da una verifica periodica da parte di Babyconsumers, associazione per la tutela dei diritti dei consumatori. All’interno degli spazi, infine, non possono essere esposte pubblicità o altro di ditte che producono latte artificiale, tettarelle, biberon e pappe.

L’Unicef in Italia promuove il programma ‘Insieme per l’Allattamento’ per diffondere la cultura dell’allattamento e garantire a tutti i bambini una nutrizione adeguata e il miglior inizio di vita possibile: “Dall'inizio dell'anno – ha aggiunto la presidente di Unicef Como - sulla Provincia di Como è stato confermato un Ospedale Amico e inaugurati 3 nuovi Baby Pit Stop Unicef; ci ha fatto molto piacere ricevere la richiesta dell'Ospedale Sant'Anna e oggi il loro BPS entra ufficialmente nella rete di quelli targati Unicef che hanno la particolarità di rispettare standard qualitativi elevati e di essere spazi protetti da qualsiasi tipo di ingerenza pubblicitaria. Le neo e future mamme hanno bisogno del supporto di tutta la comunità per portare avanti la buona pratica dell'allattamento materno; invitiamo pertanto Amministrazioni Comunali, Associazioni, e Attività a contattarci ed allestire un BPS. Tutto questo va incontro alle raccomandazioni dell'Unicef e dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)."

La collocazione e lo spazio BPS del Sant’Anna saranno identificabili grazie agli adesivi riportanti il logo creato da Unicef.

Le iniziative di Asst Lariana proseguono nei prossimi giorni. Fino al 5 ottobre, dalle ore 9 alle ore 12, nella Hall (Piano 0 blu) sarà possibile rivolgersi al punto informativo dedicato al tema dell’allattamento al seno. Saranno presenti gli operatori del Dipartimento Materno Infantile e alcune neomamme.

Fino al 7 Ottobre cinque Consultori aziendali saranno impegnati nell'iniziativa "Allattamento: base per la vita". Ostetriche e psicologhe saranno a disposizione in Consultorio per un confronto, anche tra genitori, e offrire informazioni sull’allattamento, sulla cura, la crescita e la relazione con il bambino.

Ecco orari e sedi:  consultorio Familiare di Como, Via Gramsci 4. Accesso libero e gratuito martedì 10-12.30, mercoledì e giovedì 16-18.30. Consulenza telefonica con l’ostetrica mercoledì 18.30-19.30 tel. 031 370784. Consultorio Familiare di Olgiate Comasco, Via Roma 61. Accesso libero e gratuito mercoledì 10-12.30, giovedì 16–18.30. Tel. 031 999471. Consultorio Familiare di Fino Mornasco, Via Trieste 5. Accesso libero e gratuito lunedì 16-18.30, venerdì 10–12.30. Tel. 031 883011. Consultorio Familiare di Cantù, Viale Madonna 10. Accesso libero e gratuito giovedì 16–18.30, venerdì 10.00–13. Tel. 031 706595. Consultorio Familiare di Mariano Comense, Via F. Villa 5. Accesso libero e gratuito martedì 10.30–13. Tel. 031 755222.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Ottobre 202 a.C. battaglia di Zama. Scipione l'Africano sconfigge Annibale, assicurando la vittoria alla Repubblica romana

Social

newFB newTwitter