Como , 23 maggio 2018   |  

Al via il progetto "Design competition in Expo Dubai 2020”

Il design Made in Lombardy vola nel mondo: 5 miliardi l’export nel 2017. Milano, Monza Brianza e Como tra le prime 10 province italiane

mobility pavilion by foster partners b courtesy of expo 2020 biggalleryimage

Prende il via “Design Competion in Expo Dubai 2020”, la call for ideas che permetterà a 20 giovani designer di vedere realizzato il prototipo del proprio progetto innovativo sul tema "Connecting spaces", con riferimento alle tematiche di Expo Dubai 2020, grazie alla collaborazione delle imprese lombarde aderenti all’iniziativa, con la possibilità di esporre le creazioni alla prossima Esposizione Universale.

Il progetto, promosso da Regione Lombardia e Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, in collaborazione con il Politecnico di Milano, che supervisionerà scientificamente l’iniziativa e coinvolgerà tutta la sua comunità di docenti, studenti e alumni, e con ulteriori partner di prestigio con cui è in corso di definizione l’adesione formale, ha lo scopo di promuovere e valorizzare il settore design quale eccellenza lombarda e nazionale attraverso l’attivazione di forme collaborative tra gli studenti che si avviano alla professione creativa del design, i designer professionisti e le imprese lombarde che intendono accrescere la propria competitività, promuovendo la realizzazione dei prototipi da esporre in occasione del prossimo Expo a Dubai.

Il bando “Design Competion in Expo Dubai 2020”, focalizzato sul tema della connessione, si declina in tre direttrici che vanno dalle produzioni innovative, all’uso delle tecnologie digitali per l’interconnessione degli spazi e al design utilizzato per la connessione tra persone.

Tutti i progetti presentati dovranno mostrare un collegamento alle tematiche di Expo Dubai 2020 Sustainability, Mobility e Opportunity ed essere coerenti con il tema scelto da Padiglione Italia, “Creatività, Connessione e Conoscenza”. Potranno presentare la domanda di partecipazione team composti da imprese e giovani designer con i seguenti requisiti: età inferiore a 35 anni, titolo di studio nell’ambito del design, architettura e ingegneria, residenti in Lombardia o frequentanti/aver frequentato corsi di studio presso istituti o università lombarde. E’ prevista una premialità per i progetti che coinvolgono anche studenti o giovani designer di nazionalità emiratina, coinvolgendo l’American University of Sharjah. Le domande potranno essere presentate dal 22 Maggio  alle ore 10:00 al 22 Gennaio 2019 ore 12:00, accedendo allo sportello virtuale del sito "www.deco.regione.lombardia.it".

Al termine della call, a gennaio 2019, le venti migliori idee progettuali, selezionate da una Giuria internazionale, saranno premiate con un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 20mila euro da destinare alle imprese coinvolte nel progetto per la realizzazione dei venti migliori prototipi. Ai vincitori del bando sarà offerta la possibilità di esporre i progetti sia in Italia, in occasione in eventi dedicati al design, sia in occasione dell’evento Expo Dubai 2020. Tutte le informazioni e il testo completo del bando sono disponibili sul sito "www.deco.regione.lombardia.it" e sui siti dei partner di progetto.

Il design Made in Lombardy genera un export da quasi 5 miliardi in un anno. È il valore raggiunto dalla Lombardia nel 2017 nelle esportazioni di prodotti dell’arredamento, dell’illuminazione, di articoli in porcellana e ceramica e gioielleria, circa un quinto del totale nazionale, in crescita del 3% in un anno. Milano è prima in Regione e quinta a livello nazionale con 1,8 miliardi di euro di export (di cui 467 milioni in mobili), Monza Brianza seconda a livello regionale e sesta a livello nazionale con 1 miliardo (di cui 835 milioni solo di mobili).

Seguono Como con 710 milioni (ottava a livello nazionale), Brescia con 438 e Bergamo con 359. A Lecco +28,2 per cento e a Sondrio +16,1 per cento i maggiori aumenti in un anno. Emerge da elaborazioni della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Promos su dati Istat anni 2017 e 2016.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Ottobre 1879 Thomas Edison testa la prima lampadina funzionante in modo efficace (resterà accesa per 13 ore e mezza prima di bruciarsi)

Social

newFB newTwitter