Chiasso , 08 novembre 2019   |  

Apre ufficio binazionale Italo-Svizzero

Tra Italia e Svizzera cresce la collaborazione tra le polizie di frontiera per il controllo dei flussi migratori

lucerne 3428084 640

Aumenta la collaborazione tra la Polizia di Frontiera Italiana e il Centro Competenze Flussi Migratori (CCFM) di Chiasso con la nascita di un  ufficio binazionale nel territorio elvetico.

Sulla base di un'accordo sulla cooperazione di Polizia  doganale tra il Governo della Repubblica Italiana ed il Consiglio Federale Svizzero (1° novembre 2016)  è stato individuato un ufficio dove collaboreranno, a stretto contatto, agenti della Polizia di Frontiera di Como/Ponte Chiasso e del Corpo Guardie di Confine e della Polizia Cantonale del Canton Ticino.

L'ufficio  sarà composto da uffici operativi misti e una sala comune- concordato dalle due parti coinvolte per velocizzare le operazioni delle riammissioni ordinarie e semplificate, è operativo dal giorno 6 Novembre 2019. Ciascuno Stato riammette nel proprio territorio ogni persona in situazione d'irregolarità rintracciata sul territorio dello Stato richiedente, purché sia inconfutabile la provenienza o la cittadinanza della persona nello Stato che accoglie la richiesta.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Novembre 1869 l'armatore genovese Rubattino, d'accordo con il governo italiano, acquista la baia di Assab nel corno d'Africa. È il primo possedimento coloniale italiano.

Social

newFB newTwitter