Arcore, 10 febbraio 2024   |  

Arcore inaugura monumento in memoria dei martiri delle foibe

Il Comune di Arcore con la realizzazione di questo monumento aiuterà a ricordare e diffondere la conoscenza di quei tragici eventi in modo da conservare la memoria di quelle vicende che travolsero gli italiani del Confine Orientale e che per più di settant’anni sono state dimenticate e mai raccontate

Ricordo Arcore

Arcore comune della provincia di Milano, sabato 10 Febbraio, inaugurerà un monumento in memoria dei martiri delle foibe.

La cerimonia avrà inizio alle ore 15.00 presso via San Martino alla presenza del Sindaco di Arcore l’avv. Maurizio Bono, l’assessore alla cultura Prof. Elvira De Marco e l’artista che ha ideato il monumento Gianluca Limonta.

A seguire alle 16.30 in sala Camino la presentazione del libro “Testimoni di un esodo” con gli autori Donatella Salambat e Alberto Comuzzi.

Il Giorno del Ricordo è impostato su iniziative quasi sempre lasciate all’ opera di associazioni di istriani, fiumani e dalmati sopravvissuti a quei tragici eventi. Sono testimoni che raccontano sé stessi con la speranza che la storia della loro perduta terra non debba essere dimenticata ma che, anzi, diventi memoria collettiva del nostro Paese. La storia del loro esodo è più verbale che scritta.

L’istituzione della legge del 2004 ha lo scopo di scongiurare che si cancellino i loro sacrifici, le loro rinunce; e che ogni cosa finisca nell’oblio. Se ciò accadesse sarebbe una grande perdita per le future generazioni di italiani, che sarebbero privati della conoscenza di una parte importante, seppur triste, della loro più recente storia.

Il Comune di Arcore con la realizzazione di questo monumento aiuterà a ricordare e diffondere la conoscenza di quei tragici eventi in modo da conservare la memoria di quelle vicende che travolsero gli italiani del Confine Orientale e che per più di settant’anni sono state dimenticate e mai raccontate.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

5 Marzo 1953 Josif  Vissarionovič Džugašvili Stalin muore a Mosca a seguito di un attacco cerebrale

Social

newFB newTwitter