Cantù , 19 maggio 2020   |  

Arrestato canturino per minaccia aggravata e detenzione di arma da guerra

Italiano e residente a Cantù è responsabile del reato di minaccia aggravata e detenzione e porto illegale di arma da guerra e denunciato in stato di libertà la convivente K.A., 42 enne, cittadina albanese, per il solo reato di minaccia.

carabinieri lite condominiale

Lunedì  18 Maggio, i militari dell’Aliquota Radiomobile del dipendente NOR – Compagnia di Cantù, con il supporto dell’Aliquota Operativa, hanno arrestato, in flagranza di reato, G.S.D., 45 enne, cittadino italiano, domiciliato in Cantù (CO), responsabile del reato di minaccia aggravata e detenzione e porto illegale di arma da guerra e denunciato in stato di libertà la convivente K.A., 42 enne, cittadina albanese, per il solo reato di minaccia.

Il tutto è avvenuto a Cantù (CO), nella serata del 17 Maggio, quando G.S.D., a seguito di una violenta lite condominiale scaturita per dissidi già persistenti da circa un anno, minaccia con una pistola i suoi vicini.

Grazie all’immediato intervento dei militari, richiesto dai condomini, in seguito all'analisi  di filmati e alla perquisizione del locale,  i militari hanno rinvenuto un manganello telescopico e bossoli calibro 9 nell’autovettura in uso a G.S.D.

L'  attività investigativa svolta ha permesso di  raccogliere elementi di reità a carico dell' uomo e dalle riprese video effettuate dai condomini in occasione dell’evento, l'uomo concluse le formalità di rito, è stato condotto  presso la casa circondariale di Como, mentre la convivente è stata deferita in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Maggio 1992 a Palermo si celebrano i funerali di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, vittime della Strage di Capaci

Social

newFB newTwitter