Lugano , 21 ottobre 2019   |  

Calcio svizzero nessuna vittoria per il Lugano

di cristiano comelli

Nulla da fare anche stavolta. Il Lugano proprio non riesce a vincere la sindrome del suo "Cornaredo" e deve ancora rimandare la prima vittoria casalinga

olympic stadium 1590576 640

La pattuglia di Fabio Celestini è stata bloccata in casa sullo 0-0 dallo Zurigo che all'andata, al "Letzigrund" e nel turno inaugurale, era stato superato con un netto 4-0. Lugano terzultimo con dieci punti, tigurini sesti due gradini più in su. In vetta non conosce soluzione di continuità il cammino del Basilea di Marcel Koller che, con l'ottava vittoria stagionale contro il fanalino di coda Thun (3-1), si tiene a distanza lo Young Boys (ventisei punti contro venticinque). I gialloneri bernesi di Gerardo Seoane, dal canto loro, conservano l'imbattibilità stagionale dopo undici turni strapazzando il Neuchâtel Xamax penultimo sul loro campo con un secco 4-1. Ancora un giro a vuoto per il Sion, il quarto di fila: dopo San Gallo, Young Boys e Lugano, stavolta i vallesi devono cedere la posta piena al Lucerna che sul suo terreno li doma con un eloquente 3-1.

Il Sion di Stephane Henchoz resta comunque quarto con sedici punti, uno in meno ne ha il Lucerna dopo la seconda vittoria di fila. Seconda sconfitta nelle ultime tre gare e seconda casalinga consecutiva per il Servette di Alain Geiger che esce dal suo "De Geneve" con un 1-2 patito da un San Gallo sempre in ottima forma. I biancoverdi di Peter Zeidler continuano a essere la terza forza del campionato alle spalle del duetto inossidabile Basilea- Young Boys con venti punti.

Questo il prossimo turno della "Super League": Sion- Servette, Neuchâtel Xamax- Lucerna, Young Boys. Thun, Lugano- San Gallo, Zurigo- Basilea. In "Brack ch challenge League" prosegue indisturbato il cammino in vetta del Losanna di Giorgio Contini che coglie con un 3-1 sul campo dell'Aarau il settimo acuto stagionale e si porta a ventiquattro punti. Alle sue spalle il Grasshoppers che, dopo essere stato bloccato sul terreno dello Sciaffusa dal pareggio (1-1), ne ha 21. Vittorie convincenti per Wil e Winterthur rispettivamente contro Stade Lausanne Ouchy (3-0 a Nyon) e Vaduz (1-0 a Winterthur); le due squadre sono terza e quarta. Crisi totale per il Chiasso cui la cura di Alessandro Lupi chiamato alcuni turni fa al posto dell'esonerato Stefano Maccoppi non pare dare i frutti sperati: i rossoblù sono stati sconfitti nel loro "Riva IV" dal Kriens per 1-0 e, dopo la nona sconfitta stagionale in undici gare, sono più che mai fanalino di coda con quattro punti. Il prossimo turno di "Challenge" prevede: Grasshoppers- Vaduz, Kriens- Sciaffusa, Winterthur- Chiasso, Wil - Aarau e il derby Losanna- Stade Lausanne Ouchy, quest'ultima unica ad avere sconfitto finora il collettivo di Contini.

In "Promotion League" giornata da mandare al macero per il Bellinzona di Maurizio Jacobacci che subisce con il Cham la sesta sconfitta stagionale (1-2); il Cham era peraltro rimasto in nove uomini per le espulsioni di Ruedi e Bender ambedue per doppia ammonizione. Bellinzona ora nono con diciassette punti, prossimo turno sabato 26 ottobre alle 15 sul terreno del Sion II.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

14 Dicembre 1782 ad Annonay, in Francia, i fratelli Montgolfier fanno il primo volo con il prototipo di mongolfiera

Social

newFB newTwitter