Pavia, 11 agosto 2017   |  

Cantine Terre d'Oltrepo: frode ed evasione fiscale

Acquistati terreni ed immobili utilizzando denaro proveniente dall'emissione di fatture per operazioni inesistenti

15798 G. di F. Pavia Sequestro 1

Nell’ ambito delle indagini condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura della Repubblica di Pavia nei confronti della Cantina di Terre d’Oltrepo’, il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Pavia, condividendo le ipotesi investigative ha ordinato il sequestro per equivalente di beni mobili ed immobili nella disponibilità di amministratori e soci conferitori della cantina.

I presupposti per l’emissione del provvedimento cautelare sono la frode fiscale mediante emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e trasferimento fraudolento e possesso ingiustificato di valori.

Le indagini condotte dal Nucleo pt della Guardia di Finanza di Pavia hanno infatti consentito di accertare che uno dei soci conferitori, familiare dell’amministratore della Cantina, ha acquistato terreni ed immobili utilizzando denaro proveniente dall’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Sono stati complessivamente sottoposti a sequestro beni mobili ed immobili per 1,8 milioni di euro.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newFB newTwitter