Cantù, 28 novembre 2016   |  

Cantù ancora ko: “Rotazioni corte e atteggiamento passivo”

L’analisi del tecnico Kurtinaitis al termine della quinta sconfitta consecutiva della Pallacanestro Cantù.

kurtinaitis2

Coach Kurtinaitis, allenatore della Pallacanestro Cantù, ha commentato in sala stampa la sconfitta della sua Red October contro la Fiat Torino (77-89), quinta consecutiva in campionato. “La situazione è la stessa di due settimane fa –ha spiegato il tecnico- Non abbiamo abbastanza giocatori per fare le giuste rotazioni e quando inseriamo i cambi per far riposare i titolari subiamo break negativi. L’esempio è il secondo quarto in cui abbiamo segnato solamente 7 punti. Quando poi siamo rientrati in partita abbiamo perso due palloni e concesso due schiacciate ricadendo sempre negli stessi errori. Al momento questo purtroppo è livello a cui riusciamo a esprimerci”.

“Chiaramente –ha aggiunto l’allenatore lituano– non è una situazione facile da risolvere. Siamo sul mercato, ma non è semplice trovare buoni giocatori che ci facciano vincere. E ovvio che adesso ci manca anche fiducia. In settimana lavoriamo bene, ma in partita continuiamo a ripetere gli stessi errori. E’ vero che statisticamente abbiamo perso qualche pallone in meno, 14 contro 20 della scorsa partita, ma ne abbiamo persi due in momenti cruciali. Lo stesso discorso vale per i rimbalzi. Abbiamo poi difficoltà a fare canestro nei momenti in cui si decide il match. Dobbiamo sicuramente cambiare qualcosa perché dobbiamo uscire da questa situazione”.

“Purtroppo –ha concluso coach Kurtinaitis– anche i nostri giocatori più importanti non hanno continuità e alternano buone prestazioni ad altre meno. Quando hai rotazioni così ridotte basta che due elementi chiave disputino una brutta gara e diventa impossibile vincere. Questa sera alcuni miei giocatori hanno avuto un atteggiamento troppo passivo. La colpa è mia che devo spronare la mia squadra. E’ difficile però spiegare come mai non riusciamo a trasportare in partita il lavoro fatto in palestra”.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newFB newTwitter