23 ottobre 2016   |  

Cantù annichilisce Sassari: seconda vittoria consecutiva

Al PalaDesio, la truppa di coach Kurtinaitis esce alla distanza e vince contro i sardi.

cant_venezia.jpg

La Red October Cantù vince e per la prima volta convince, battendo Sassari e godendosi la seconda vittoria consecutiva di stagione (90-69). A farla da padrone sono i lunghi canturini, capaci di dominare sotto le plance, oltre a un buon tiro da fuori nei momenti cruciali. Dopo un primo tempo a ritmi altissimi e in sostanziale equilibrio, nella ripresa i ragazzi di coach Kurtinaitis mettono la freccia e distruggono le velleità sarde.

Coach Kurtinaitis sceglie Travis per il ruolo di ala forte in quintetto, mentre Sassari lascia Lideka -non al meglio- in panchina e paga l'ottimo avvio di Lawall e Waters (10-5) e, in un contesto di ritmi altissimi, tocca il -7 (21-14) sui 5 punti in fila di Travis. Dopo il timeout ospite, Johnson inchioda la schiacciata del +8 (27-19), mentre i sardi restano a galla grazie agli assist dell'ex Johnson-Odom e chiudono il pirotecnico primo quarto sotto di 5 (30-25).

In meno di un minuto del secondo periodo, Cantù spende 5 falli di cui un tecnico e Sassari impatta a quota 30) e, nonostante il timeout di coach Kurtinaitis, sorpassa con i 4 punti in fila di Savanovic (34-38). Prima dell'intervallo lungo, c'è tempo per una sequela di triple su entrambi i lati del parquet e a beneficiarne sono soprattutto il tabellino e l'equilibrio, come testimonia il 51-49 con cui si va negli spogliatoi.

Il terzo periodo si apre all'insegna di ritmi un po' più bassi e di qualche errore: a beneficiarne è soprattutto Lawall che, complice un inusitato 4/4 ai liberi, porta i suoi a +9 (59-53) e costringe coach Pasquini a un paio timeout. Cantù tocca il primo vantaggio in doppia cifra (69-59) e, sulfallo tecnico -il quinto- di Savanovic, va negli spogliatoi con 13 punti (72-59) di margine.

In avvio di quarto periodo, Sassari gioca la carta del quintetto piccolo e, dopo un po' di confusione dell'attacco canturino, i rimbalzi offensivi regalano addirittura il +16 (78-62). Il resto è soltanto accademia, con i padroni di casa che possono godersi il secondo successo consecutivo (90-69) e il quarto punto in classifica.

RED OCTOBER CANTU'-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 90-69 (30-25;51-49;72-59;90-69)
RED OCTOBER CANTU': Barapapé n.e., Parrillo, Laganà n.e., Pilepic 20, Waters 8, Callahan, Kariniauskas, Darden 17, Quaglia n.e., Travis 14, Johnson 15, Lawall 16. Coach Kurtinaitis.
BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Johnson-Odom 11, Lacey, Devecchi 5, D'Ercole, Sacchetti 4, Lydeka n.e., Savanovic 13, Carter, Stipcevic 13, Olaseni 17, Ebeling n.e., Monaldi n.e.. Coach Pasquini.

v

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newFB newTwitter