04 luglio 2018   |  

Como, Alpe Motta, fulmine folgora maiale

Almeno una tempesta di ghiaccio a settimana ha colpito la Lombardia nell’ultimo mese, con danni nelle campagne o nei centri abitati.

16093c3

A Como,  precisa la Coldiretti Lombardia,  in località Alpe Motta, un fulmine ha folgorato un maiale di circa cento chili che si trovava al pascolo in alpeggio: l’animale è crollato a terra ed è rotolato fino a cadere in un precipizio. Sempre in provincia di Como la grandine ha colpito a macchia di leopardo dall’Alto Lago fino a Lomazzo, Rovello Porro e l’area a nord di Saronno: ad essere centrati sono stati soprattutto mais e frumento, mentre nella zona di Domaso colpite le coltivazioni di canapa.

Ortaggi e cereali danneggiati a Colico, in provincia di Lecco, mentre nel Milanese una doppia grandinata si è scatenata pochi chilometri a est del capoluogo lombardo, all’altezza del comune di Pioltello, distruggendo centinaia di ettari tra mais, soia, pomodoro e riso. Forti temporali e vento hanno interessato tutta la fascia compresa tra i centri di Vimodrone e Liscate dove si segnalano campi di mais allettati.

In questa fase stagionale – conclude la Coldiretti – è proprio la grandine l’evento più temuto dagli agricoltori, perché ha effetti irreversibili e provoca la perdita dell’intero raccolto dopo un anno di lavoro. Tra coltivazioni distrutte, aziende allagate, esondazioni e smottamenti, la Coldiretti stima che a livello nazionale il maltempo abbia provocato da inizio anno danni per oltre mezzo miliardo di euro all’agricoltura italiana.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Febbraio 1848  Karl Marx e Friedrich Engels pubblicano il Manifesto del Partito Comunista

Social

newFB newTwitter