Como , 19 ottobre 2021   |  

Como riconoscimento a otto attività storiche e di tradizione

Regione Lombardia riconosce negozi, locali e botteghe storiche caratterizzate dalla continuità nel tempo, per almeno 40 anni, della gestione, dell’insegna e della merceologia offerta, e da altri fattori, quali la collocazione in strutture di pregio e la conservazione di arredi e attrezzature storici.

guidesi attivita storiche 2

Sono 162 le nuove attività storiche riconosciute da Regione Lombardia, che si vanno ad aggiungere alle 2.234 imprese già iscritte all’elenco regionale ‘attività storiche e di tradizione’: 89 negozi storici, 46 locali storici e 27 botteghe artigiane storiche. Si arricchisce così l’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione, che comprende in totale 2.396 imprese. 8 sono nella provincia di Como.

Per tutte le realtà storiche riconosciute Regione Lombardia dedica risorse economiche specifiche oltre all’inserimento in un sito a loro dedicato https://www.attivitastoriche.regione.lombardia.it/wps/portal/site/attivita-storiche.

“Sono realtà straordinarie che rappresentano un patrimonio economico e di tradizioni socioculturali dei nostri territori molto importante - ha affermato l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Guido Guidesi. È il saper fare lombardo, unico e incomparabile, che fa della Lombardia eccellenza nel mondo”.

Le nuove attività riconosciute in provincia di Como suddivise per comune:
- Alta Valle Intelvi, Ristorante Zocca (1951), Locale Storico, Storica Attività
- Cantù, Bossi (1963), Negozio Storico, Storica Attività
- Como, Casa Dei Filati (1957), Negozio Storico, Storica Attività
- Como, Zio Ghelfi (1971), Negozio Storico, Storica Attività
- Cucciago, Macelleria Pellizzoni (1931), Negozio Storico, Storica Attività
- Erba, Bar Tabacchi Conti (1976), Locale Storico, Storica Attività
- Valsolda, Stella D'Italia Ristorante (1967), Locale Storico, Storica Attività
- Villa Guardia, La Volta Latteria Bar Tabacchi (1968), Locale Storico, Storica Attività

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

3 Dicembre 1906 viene firmato il primo contratto collettivo di lavoro tra il sindacato Fiom (Federazione impiegati operai metallurgici) e la fabbrica di automobili Itala di Torino.

Social

newFB newTwitter