Como , 24 maggio 2019   |  

Con il giro arriva anche l'ecogiro a Como vista dal satellite

In occasione del passaggio della gara ciclistica, domenica 26 maggio, l’Insubria ospita un evento di geo-informazione ed ecologia del paesaggio con il campione Gibì Baronchelli

x ciclisti GEN

Il Giro d’Italia arriva a Como domenica 26 Maggio. E oltre ai campioni delle due ruote, porta con sé anche il progetto EcoGiro: un’offerta informativa dedicata alla descrizione dei luoghi percorsi dalla Corsa Rosa, spiegati in modo semplice e attraverso strategie di divulgazione scientifico-culturale non convenzionali. L’evento è organizzato da Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale, e dall’Università di Camerino, in collaborazione con Festival Ciclista Lento e Fiab, e per la tappa lariana è patrocinato e ospitato dall’Università dell’Insubria.

Il format, già sperimentato con successo nelle ultime cinque edizioni del Giro d’Italia, propone al pubblico video in 3D con immagini satellitari e panoramiche del paesaggio attraversato dalla corsa, con sovrapposizioni di mappature delle caratteristiche significative, con particolare attenzione alle risorse e ai rischi, e con riferimento ai principali eventi calamitosi avvenuti nell’area.

«EcoGiro: geo-informazione al Giro d’Italia» è in programma al termine della stessa giornata della gara, domenica 26 maggio alle ore 19 all’Università dell’Insubria, nell’aula S.0.1 di Sant’Abbondio (via Sant’Abbondio 12, ingresso libero), e prevede una tavola rotonda e un aperitivo con prodotti tipici. A moderare l’incontro è Guido Foddis, musicista e giornalista specializzato in tematiche sociali legate allo sport. Tra i relatori i docenti dell’Insubria Maria Francesca Ferrario, Franz Livio, Alessandro Maria Michetti e Giorgio Mantica, Francesca Romana Lugeri per Ispra e Università di Camerino e rappresentanti delle istituzioni che operano sul territorio (Regione Lombardia, Arta, Protezione Civile, Reggimento Alpini).

Ospite d’onore Gianbattista Gibì Baronchelli, ciclista professionista dal 1974 al 1989, medaglia d’argento ai Mondiali di Sallanches nel 1980, vincitore di due Giri di Lombardia, un Giro del Piemonte, sei Giri dell’Appennino consecutivi e cinque tappe del Giro d’Italia, nel quale è stato sul podio per tre volte.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Agosto 1862 la Lira Italiana diventa la moneta unica del Regno d'Italia

Social

newFB newTwitter