Como, 04 novembre 2021   |  

Donare vale quanto fare

Si tratta della campagna che, diffusa sui varii media audiovisivi, mira a sottolineare il valore della donazione dei fedeli per sostenere l'impegno quotidiano dei sacerdoti a sostegno dei fedeli e di chi si trova in difficoltà.

to offer g0f72faabf 640

Si chiama "Donare vale quanto fare". Si tratta della campagna che, diffusa sui varii media audiovisivi, mira a sottolineare il valore della donazione dei fedeli per sostenere l'impegno quotidiano dei sacerdoti a sostegno dei fedeli e di chi si trova in difficoltà. "Ogni offerta destinata al sostentamento dei sacerdoti - afferma in una nota della Cei il responsabile del servizio promozione per il sostegno economico alla Chiesa cattolica Massimo Monzio Compagnoni - è il segno tangibile della vicinanza dei fedeli , un mezzo per raggiungere tutti i sacerdoti, dal più lontano al nostro , anche nel pieno dell'emergenza dell'ultimo anno i preti diocesani hanno fatto la differenza, la Chiesa , grazie anche all'impegno dei nostri preti e delle comunità, ha aiutato nei giorni più bui tante famiglie a rialzarsi".

Ma le necessità sono sempre molte come molto è l'impegno profuso dai sacerdoti sui loro territori di riferimento. Impegno che,  oltre a un sincero slancio di cuore e al desiderio di portare Gesù tra la gente, si nutre anche di un doveroso sostentamento economico.

La campagna promossa dalla Cei e creata dalla Casta Diva Group consiste, spiega la Cei, in "un viaggio in giro per l'Italia, tra città metropolitane e centri piccoli, a volte piccolissimi, un percorso che permette di toccare con mano la bellezza che nasce dall'unione delle vocazioni, quelle dei sacerdoti e quelle dei laici che collaborano con loro".  Il video si sofferma in modo particolare sulla parrocchia di Sant'Antonino Maria Zaccaria nella parte sud di Milano dove don Davide Milanesi, in una realtà popolare, è stato in grado di coinvolgere quattrocento ragazzi di nazionalità differenti.

Di don Davide si evidenzia in particolare la capacità di essere "infaticabile promotore di iniziative, sempre sorridente anche nei mesi più difficili della pandemia" . I filmati proposti dalla Cei sono quattro e in essi emerge anche l'apostolato d'amore di altri sacerdoti come quello di don Massimo Cabua in Sardegna dove, a San Gavino Monreale, ha dato vita alla "Spesa sospesa" per i bisognosi prostrati dal Covid, o quelli di don Fabio Fasciani, guida della parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio al Tuscolano a Roma che si è preso cura delle persone in difficoltà in modo instancabile o di don Luigi Lodesani, parroco a Borzano di Albinea, in provincia di Reggio Emilia, "dove-  sottolinea la Cei - un paese intero collabora aun progetto educativo per le nuove generazioni". Alla campagna di sensibilizzazione audiovisiva se ne aggiunge una su carta stampata con messaggi come "ci sono posti che esistono perchè sei tu a farli insieme ai sacerdoti" o "ci sono posti che non appartengono  a nessuno perchè sono di tutti".

" I nostri sacerdoti - sottolinea ancora Monzio Compagnoni - hanno bisogno della vicinanza e dell'affetto dei fedeli , oggi più che mai ci spingono a vivere il Vangelo affrontando le difficoltà con fede e generosità , rispondendo all'emergenza  con la dedizione". Nel 2020 le offerte hanno raggiunto la cifra di oltre 8,7 milioni di Euro, in deciso miglioramento rispetto ai 7,8 del 2019. "E' una cifra ancora lontana dal fabbisogno complessivo annuo necessario -  rileva la Cei evidenziando come tali offerte vadano a supporti di circa 33 mila sacerdoti distribuitinelle 227 diocesi italiane, di 300 missionari e 3000 sacerdoti anziani -   a garantire a tutti i sacerdoti una remunerazione pari a circa mille Euro mensili per dodici mesi". (Cri.Com.)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Gennaio 1982 i carabinieri Giuseppe Savastano ed Euro Tarsilli vengono assassinati da esponenti dei Comunisti Organizzati fermati per un controllo

Social

newFB newTwitter