Como, 24 novembre 2022   |  

Doppietta del Brasile su la Serbia

di cristiano comelli

Doppio Richarlison e il Brasile stende la Serbia. Sua la doppietta che ha consentito ai carioca di incamerare il 2-0 al termine di una partita praticamente perfetta.

sports g05735a505 640

Doppio Richarlison e il Brasile stende la Serbia. Sua la doppietta che ha consentito ai carioca di incamerare il 2-0 al termine di una partita praticamente perfetta. L'equilibrio è durato soltanto un tempo, poi nella ripresa i verdeoro hanno recitato un monologo anche dopo avere perso il loro fuoriclasse per eccellenza Neymar.

PRIMO TEMPO - Al 14' Il Brasile ci prova con Neymar direttamente da calcio d'angolo ma Milinkovic Savic sventa l'insidia. Al 21' Casemiro , dal limite, impegna ancora il portiere serbo in un intervento in due tempi. La squadra di Stojkovic prova a prender le contromisure con Mitrovic ma Alisson lo anticipa. Al 27' il Brasile ha un'occasione per poter affondare la lama , Thiago Silva pesca in profondità Vinicius ma Milinkovic Savic legge bene la manovra e neutralizza. Al 35' Rapinha scambia bene con Paquetà ma conclude debolmente. Due minuti dopo, al 37', la Serbia tenta il colpo con un'incornata di Mladenovic su cross di Mitrovic che però termina a lato. Al 41' Vinicius vince un rimpallo ma sbaglia bersaglio.

SECONDO TEMPO - Al 1' il Brasile prosegue la sua supremazia con Rapinha che si fa ribattere la conclusione da Milinkovic Savic. Al 10' Casemiro serve Neymar che conclude sul fondo. Al 15' Alek Sandro, dal limite, coglie il palo. I carioca spingono sull'acceleratore e la Serbia sembra scomparsa dal campo. Coronamento di questa superiorità è la rete del vantaggio che arriva al minuto 17 per merito di Richarlison, bravo a ribadire in rete una respinta di Milinkovic Savic su precedente diagonale di Vinicius. Al 23' il Brasile ha uno spunto interessante in contropiede ma prima Neymar e poi Vinicius incespicano sulla sfera. La Serbia, schiacciata nella sua metacampo, solo raramente si affaccia verso la porta di Alisson, lo fa al 24' con un tiro altissimo di Pavlovic e con un altro fuori misura di Lazovic il minuto successivo. Al 28', però, il Brasile prende il largo con una sforbiciata di Richarlison su assist di Vinicius. Il monologo verdeoro continua, al 36' Casemiro colpisce il secondo legno della partita. Un minuto dopo Rodrygo, entrato da poco, impegna Milinkovic Savic in una respinta. Non vi è praticamente giocatore del Brasile che non si proponga all'offensiva; al 38' Fred impegna il portiere serbo in una deviazione. Al 42' Rodrygo, pescato da Antony, conclude fuori di poco. Al 43' Antony conclude altissimo. Al 44' l'attaccante dell'Arsenal Gabriel Martinelli, di testa, su cross di Danilo, mette a lato. E il Brasile può festeggiare un'ottima vittoria che lo segnala tra le favorite per la conquista del mondiale.

TABELLINO

BRASILE- SERBIA 2-0

BRASILE: Alisson, Danilo, Thiago Silva, Marquinhos, Alex Sandro, Casemiro, Paqueta (30's.t: Fred), Raphinha (42's.t: Martinelli), Neymar (35's.t: Antony), Vinicius jr (31's.t: Rodrygo), Richarlison (34's.t: Gabriel Jesus). All. Tite.

SERBIA: Milinkovic Savic V., Veljkovic, Milenkovic, Pavlovic, Zivkovic (12's.t: Radonic), Lukic (21's.t: Lazovic), Gudelj (12's.t: Ilic), Mladenovic (21's.t: Vlahovic), Milinkovic Savic S., Tadic, Mitrovic (38's.t: Maksimovic). All.Dragan Stojkovic.

Arbitro: Alireza Faghani (Iran)

Marcatori: s.t: 17' e 28' Richarlison (Br).

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

2 Dicembre 1804 nella cattedrale di Notre Dame a Parigi, Napoleone Bonaparte si autoincorona e viene consacrato, da papa Pio VII, imperatore dei Francesi

Social

newFB newTwitter