Como, 22 novembre 2017   |  

Agenzia del farmaco "sorvola" Milano e "atterra" ad Amsterdam

di Gianfranco Cucchi

Milano, per il rotto della cuffia, non si è aggiudicata la prestigiosa sede dell’EMA ( Agenzia Europea per i Medicinali).

Agenzia del Farmaco 1

Il progetto con il quale si era presentata era senza dubbio il più valido e competitivo. Infatti nella prime due votazioni, più di carattere tecnico scientifico, è il capoluogo è risultata primo.

Solamente al ballottaggio con Amsterdam sono prevalse ragioni più politiche che hanno fatto recuperare alla città olandese i voti assegnati a Copenaghen portando al pareggio e solo la fortuna con l’estrazione della busta ha assegnato alla città dei tulipani l’istituzione scientifica. Procedura alquanto discutibile. Alcuni commentatori anno paragonato la sconfitta all’esclusione dell ‘Italia dai Mondiali d calcio, ma io ritengo solo per la sfortuna o iella o scalogna.
Senza dubbio dal punto di vista economico-sociale e scientifico e’ stata una grossa chance mancata non solo per la perdita di un indotto di 1, 7 miliardi di euro all’anno, ma anche per gli stimoli sul piano delle cultura e della scienza che avrebbe sicuramente innescati.

Abbiamo perso un grande opportunità di crescita, ma la delusione si deve trasformare in una maggiore impegno per una maggiore valorizzazione ed un rilancio del settore della ricerca nel campo farmacologico e scientifico . Le eccellenze ci sono e si tratta di metterle al centro cercando di frenare e di invertire la fuga di cervelli che impoverisce il nostro sistema.

Un’ ultima annotazione, prettamente politica. Il Sottosegretario Gozi, che ha seguito a Bruxelles la partita ,ha affermato che la differenza alla fine in favore di Amsterdam, l’’ha fatta il voto della Spagna, nazione che non solo sul piano scientifico, ha molte affinita’ con il nostro Paese. Si potrebbero fare molte illazioni ma le lascio ai lettori .

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Dicembre 1860 la Camera dei Deputati del Regno di Sardegna viene sciolta per consentire l'elezione del primo Parlamento italiano.

Social

newFB newTwitter