Mariano Comense, 12 febbraio 2018   |  

Estorsione ai danni di una società comasca

I Carabinieri di Mariano Comense arrestano bresciano per reato di estorsione a carico di una nota società del territorio comasco

Foto 1.jpeg

R.F., 62enne originario di Brescia è stato arrestato dai Carabinieri di Mariano Comense per il reato  reato di estorsione ai danni di una nota società comasca nel campo degli arredamenti. 

Il provvedimento pre-cautelare è scaturito a seguito della denuncia sporta lo scorso 8 Febbraio  a Mariano Comense dall’amministratrice della ditta, che  riferisce di aver ricevuto una richiesta estorsiva di una somma di 1000 euro da parte dell'uomo.

L'uomo a fronte del rifiuto ricevuto dalla citata ditta circa il conferimento di un appalto per la bonifica e la rimozione di rifiuti speciali già aggiudicato da altra società, ha posto  una serie di minacce, furti e danneggiamenti finalizzate all’ottenimento della somma richiesta quale indennizzo per il mancato contratto stipulato.

A seguito di un’approfondita attività d’indagine, consistita in analisi di tabulati telefonici, vaglio di conversazioni intercorse tra la vittima e il reo, nonché servizi di pedinamento, i militari della Tenenza di Mariano Comense sono intervenuti presso la sede della società oggetto di richiesta estorsiva al momento della consegna del pagamento, arrestando l’autore del reato. L’uomo si trova   alla casa circondariale di Como.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Febbraio 1848  Karl Marx e Friedrich Engels pubblicano il Manifesto del Partito Comunista

Social

newFB newTwitter