Como, 03 gennaio 2018   |  

Evitare il rischio valanghe, salvarsi è questione di minuti

Il 21 gennaio Giornata nazionale della prevenzione. Il calendario degli incontri.

efficaciaattrezzivalanghe
Con l'iniziativa "Sicuri in montagna"  Cai, Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas), Servizio Valanghe italiano,Scuole d’Alpinismo e Scialpinismo, le Commissioni e Scuole Centrali di Escursionismo, Alpinismo Giovanile, Fondo Escursionismo, la Società Alpinistica F.A.L.C richiameranno ancora una volta l'attenzione sui rischi legati all'attività sportiva ed escursionistica su neve nel periodo invernale: quindi innanzitutto le  valanghe, scivolate su ghiaccio, ipotermia e tutto quanto mette a repentaglio vita e salute.
 E' la Giornata nazionale di prevenzione, in tutta Italia e con la collaborazione di enti locali, articolata in numerosi appuntamenti divulgativi e dibattito con un programma ancora non ancora definitivo ma che potrete trovare sul sito www.sicurinmontagna.it  e quattro appuntamenti sono previsti in Lombardia.
Il rischio valanghe non è ancora ben percepito e ogni anno, come si legge anche in queste ore, si registrano vittime e feriti gravi. L'educazione alla massima sicurezza prevede iniziative didattiche, momenti dimostrativi, attrezzature e tecniche di auto soccorso. Va ricordato che i primi 15 minuti sono determinanti per il successo dei soccorsi. In quei minuti la percentuale di salvezza è del 90%.   Tra i 15 e i 45 minuti la percentuale di sopravvivenza si abbassa drasticamente, fino a raggiungere il 25%. Determinante l'attrezzatura per estrarre subito le persone coinvolte. Per spostare un metro cubo di neve sono stati calcolati dei tempi in relazione all'attrezzatura disponibile:occorrono 10-15 minuti con una pala e il doppio utilizzando lo snowboard, altre modalità sono inefficaci. (vedi tabella)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newFB newTwitter