Cantù , 04 giugno 2017   |  

Gabriele Robbiati di nuovo a Cantù

Job tornerà nella prossima stagione ad indossare la maglia "Libertas"

Robbiati202

Job Robbiati

Dopo una stagione ad Aversa, Gabriele Robbiati tornerà nella prossima stagione a vestire la maglia Libertas. A comunicare l'ingaggio del forte centrale, per due volte negli ultimi anni miglior muro di tutta la serie A2, è il presidente Ambrogio Molteni. “Per me il ritorno di “Job” Robbiati e il primo tassello di una squadra diversa in alcuni ruoli da quella dello scorso anno.

Job e stato anche nella passata stagione il più forte giocatore a muro di tutta la categoria E' un ritorno che ho voluto fortemente e che spero ci renda più competitivi nel reparto dei centrali” ha detto Molteni che approfitta di questo nuovo ingaggio per parlare della situazione generale della squadra: “Stiamo facendo un ottimo lavoro con Luciano e Max Red e spero fra poco di dare altre notizia sulla prossima squadra. Intanto tanti giovani della zona si stanno allenando tre volte alla settimana al Parini, cosa che non avveniva da diversi anni. Ciò per me è già uno stimolo in più per far crescere questa squadra anche con l'inserimento di giovani talenti. Speriamo che anche i nostri sponsor capiscano e ci supportino nei nostri sforzi di far crescere tutto il movimento”.


Molto contento del ritorno a Cantù anche Robbiati: “Sono davvero molto contento di essere ritornato a Cantù, un posto che ritengo una seconda casa. Qui ritrovo parecchi amici e compagni di mille battaglie. So che il presidente si sta impegnando molto per costruire una compagine che possa ben figurare nella prossima stagione e questo non può essere che uno stimolo a migliorarmi ulteriormente. Ci tengo a ringraziare l'intera società di Aversa per la splendida annata trascorsa insieme e che mi ha permesso di arricchire il mio bagaglio di esperienza. Ora non resta che rivederci tutti al Parini”.


Parla del nuovo acquisto anche il coach, Luciano Cominetti: “Ambrogio ha espresso fortemente il desiderio di portare nuovamente Robbiati a Cantù e questo fa capire quanto Job possa essere un valore aggiunto anche sotto l'aspetto personale. E' un leader che serve molto all'interno della squadra. L'ho sempre avuto come avversario e non l'ho mai allenato ma ho potuto vedere un giocatore che da sempre il massimo anche durante gli allenamenti ed è da esempio per tutti i giocatori, soprattutto per i più giovani. Giocatori come lui danno una grossa mano. Gabriele è un leader, un motivatore ma anche e sopratutto un ottimo centrale con grandi capacità soprattutto nel fondamentale del muro. E' da diversi anni tra i migliori della categoria e in due occasioni è stato il migliore in assoluto. Va a ricoprire un ruolo importante all'interno degli equilibri e nelle dinamiche tattiche della squadra. Mi fa molto piacere poterlo allenare”. (D.F.)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newFB newTwitter