22 febbraio 2016   |  

Hockey: vince Milano ma Como ci crede

Grande match quello dei comaschi, che sfiorano la rimonta contro i Rossoblu

hockey_como1.jpg

Terzultima giornata di campionato di Serie B, e Como scende in campo contro Milano: squadra agguerrita e a caccia di punti preziosi per raggiungere i playoff.


Il Milano si presenta a Como reduce dal 18 a 0 dell'andata e seguito da 500 tifosi: lo stadio di Casate è stracolmo e il tifo milanese si fa sentire. Nonostante tutto il Como si fa subito pericoloso e il Milano è costretto in difesa. Milano che però segna al terzo minuto grazie ad una doppia superiorità numerica.


Dopo un altro minuto e mezzo i Rossoblu raddoppiano nuovamente con l'uomo in più. 2 a 0 dopo meno di 5 minuti, ma i ragazzi di Blazek non ci stanno: gli attacchi del Como sono sempre più frequenti e al 12° Roccaforte serve a Riccardo Ambrosoli un disco che il centro lariano insacca alle spalle di Pignatti. Il Como continua ad attaccare, gioca meglio del Milano e a 2 minuti dal termine Gosetto da solo davanti a Pignatti non riesce a realizzare il gol del pari.


Inizio del secondo periodo con squadre attente, il Como chiude bene e riparte con decisione, il Milano è costretto a difendersi; al 36° Perna, il migliore dei rossoblu, trova la terza rete personale della serata.

Quindi la svolta della partita: al 45° Roccaforte passa un splendido disco a Meneghini che in velocità segna e porta il risultato sul 3 a 2 risollevando il morale ai i lariani. Il Como crede nella rimonta così dopo 5 minuti di continui attacchi verso la porta milanese, Codebò lascia partire un filtrante che Riccardo Ambrosoli finalizza con uno dei suoi migliori golportando la sua squadra al pareggio. I tifosi del Milano restano ammutoliti per qualche secondo.


Un minuto dopo, però, il milanese Perna sigla la quarta rete. Mancano 10 minuti alla fine e il pubblico comasco ci crede. Purtroppo la stanchezza, il divario tecnico ed una panchina più lunga sorridono al Milano che allunga ancora due volte con Tilaro e Borghi. La partita termina sul 6 a 3 per i meneghini; il Como pur sconfitto ha dato prova di poter essere competitivo anche contro squadre molto più forti.


Al termine della partita il presidente Luca Ambrosoli è soddisfatto per la prova della squadra: " Siamo stati in partita fino all'ultimo, poi la stanchezza ha inciso in modo profondo sul rendimento della squadra nel finale."

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Dicembre 1842, a Fraciscio di Campodolcino (Como),  nasce don Luigi Guanella (morirà a Como il  24 ottobre 1915), riconosciuto santo dalla Chiesa cattolica.  A lui si deve la fondazione delle congregazioni cattoliche dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza.

Social

newFB newTwitter