05 giugno 2018   |  

Il Capitano continua la sua avventura in casa Libertas

Capitan Dario Monguzzi è confermato. Per il giocatore monzese si tratta della sua quattordicesima stagione consecutiva in maglia canturina, che ha indossato per la prima volta nella stagione 2005-2006

Dario Monguzzi 3

Capitan Dario Monguzzi è confermato. Per il giocatore monzese si tratta della sua quattordicesima stagione consecutiva in maglia canturina, che ha indossato per la prima volta nella stagione 2005-2006. 

 

Ha vissuto sia la prima che la seconda promozione in Serie A2, e questo sarà il suo sesto anno di fila nella serie cadetta con la maglia biancoblù.

 

Coach Luciano Cominetti commenta così la conferma del centrale monzese: “È un piacere avere Dario ancora con noi. Quest’anno ha indossato per la prima volta la fascia di capitano, ed è stato eccezionale. Oltre a fare il suo da giocatore, è stato anche una persona molto attenta alle dinamiche della squadra, e ha dato sicuramente molto. È un giocatore d’esperienza, ha un ruolo importante perché avere giocatori come lui e Job (Gabriele Robbiati, ndr) ha dato molta tranquillità alla squadra. Nel proseguo del campionato è entrato anche Alessandro Frattini, ma anche nelle partite importanti Dario è stato comunque un riferimento per il team. Sono felice di averlo ancora con noi sia per il suo apporto come giocatore, sia nel suo apporto nel resto delle dinamiche della squadra”.

 

Queste, invece, le parole del giocatore: “Sono molto contento di essere stato confermato e di affrontare la quattordicesima stagione con questa maglia. Ringrazio il Presidente Molteni per la fiducia che mi ha accordato per l’ennesima volta, tutto lo staff, a partire da Luciano (Cominetti, ndr), con il quale ho avuto sempre molto feeling, e per il quale ho molto rispetto e considerazione come allenatore. Come ho detto anche l’anno scorso, sono contento di essere il capitano, è una cosa che mi fa molto piacere perché i miei compagni sono riusciti a farmi sentire importante in un ruolo per me nuovo. Ringrazio sia i miei compagni vecchi che quelli nuovi che arriveranno, e spero di trasmettergli l’entusiasmo che c’è da parte mia e da parte di chi è rimasto. Cantù è sempre stata una società e un ambiente familiare, sicuramente anche chi arriverà si troverà in un ambiente consono per fare bene e per poter rendere al meglio. Non si è ancora parlato di obiettivi stagionali, ma come tutti gli anni cercheremo di fare meglio della stagione appena conclusa. L’obiettivo dei play-off fa gola a tutti, ma sarà un campionato difficile vista la rivoluzione dei campionati: tutti vorranno fare bene e aggiudicarsi le posizioni migliori per far parte della Serie A”.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Giugno 1866 l'Italia si allea alla Prussia contro l'Austria iniziando, di fatto, la Terza guerra di indipendenza italiana

Social

newFB newTwitter