Cantù , 06 novembre 2017   |  

Il Pool Libertas espugna il PalaManera di Mondovì

Con una grande prova, il Pool Libertas Cantù si impone per la prima volta al Pala “Nino Manera” di Mondovì, e si impone con il primo 3-0 stagionale.

DSC 2891

Coach Cominetti deve rinunciare a Lorenzo Piazza a seguito della distorsione alla caviglia rimediata dal palleggiatore pescarese mercoledì scorso durante il riscaldamento. Tocca a Mirko Baratti guidare la squadra, con Caio opposto, Ricardo e Roberto Cominetti schiacciatori, Dario Monguzzi e Gabriele Robbiati centrali, e Luca Butti libero. Coach Barisciani può, invece, schierare la formazione tipo, con Emiliano Cortellazzi in regia, Matteo Paoletti opposto, l’ex Mario Mercorio e Luca Borgogno schiacciatori, Michele Parusso ed Edoardo Picco al centro, e Massimiliano Prandi libero.

Il primo set inizia con le due squadre in parità. Il primo allungo è per la VBC a seguito di un’invasione di Monguzzi (7-5). Ace di Paoletti, e Mondovì va a +3 (11-8). Due errori dei piemontesi riportano il punteggio in parità a quota 13. Un attacco e un muro di Paoletti riportano i suoi avanti (17-15). I padroni di casa provano a scappare, ma il Pool Libertas non molla e pareggia a quota 20. Cominetti piazza un ace per il sorpasso esterno, e Coach Barisciani ferma il gioco (21-22). Monguzzi mura Parusso e consegna ai suoi il primo set point, ma Coach Barisciani chiama il suo secondo time-out. Un’infrazione in palleggio di Cortellazzi consegna il parziale a Cantù (21-25).

Nel secondo set la VBC, guidata da Paoletti, prova a scappare subito (5-3), ma Caio riporta avanti i suoi (5-6). Gli schiacciatori canturini aumentano il solco con gli avversari, e Coach Barisciani vuole parlarci su (7-10). Al rientro in capo Robbiati piazza un ace per il +4 (7-11). I monregalesi non mollano, e si rifanno sotto con una veloce di Parusso. Coach Cominetti ferma il gioco (12-14). Al rientro in campo Ricardo e un attacco out di Paoletti rimettono il punteggio com’era (12-16). Robbiati mura Parusso, Paoletti attacca sull’asta, e Coach Barisciani chiama il suo secondo time-out discrezionale (13-19). Caio continua a martellare da qualunque posizione del campo, e il vantaggio canturino raggiunge gli 8 punti (14-22). Paoletti mette in rete la battuta per il primo set point per i brianzoli, ma i suoi non mollano, costringendo Coach Cominetti a chiamare il suo secondo time-out (20-24). Al rientro in capo è Caio a chiudere il set per i suoi (21-25).

A inizio terzo set Cantù scappa subito avanti, aiutata dagli errori in attacco di Paoletti, costringendo Coach Barisciani a fermare subito il gioco (2-5). Al rientro in campo due errori in attacco dei canturini permettono ai piemontesi di riportarsi in parità (5-5). Con il turno al servizio di Baratti, il Pool Libertas riesce a riportarsi avanti (7-11). Mercorio attacca sull’asta, Barisciani cambia entrambi gli schiacciatori, Caio la mette a terra, e il gioco viene fermato di nuovo dalla panchina della VBC (8-15). Un’invasione di Cortellazzi porta il vantaggio canturino a 8 lunghezze (10-18). Nel finale di set Cantù deve solo gestire il vantaggio, e Caio consegna il primo match point ai suoi. Paoletti manda in rete e consegna set e partita ai canturini (17-25).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “I ragazzi hanno fatto una partita di qualità. Stiamo percorrendo una strada a cui credevo, perché fin dalle prime partite riuscivamo a sviluppare un buon gioco. Adesso, poi, sono molto uniti e stanno lavorando bene tatticamente, mettendo in pratica quanto gli viene detto. Mondovì ha sofferto molto il nostro servizio, e ha sbagliato molto in attacco. Noi abbiamo avuto un buon Caio, che è stato presente nei momenti importanti. La buona prova è comunque corale. Bravissimo ancora Mirko Baratti, che ha saputo gestire bene la situazione. Abbiamo recuperato un primo set in cui siamo sempre stati in svantaggio, poi sul 18-17 siamo riusciti a passare avanti e abbiamo chiuso sfruttando le loro difficoltà in ricezione. Sono molto contento, Mondovì è un campo ostico in cui anche gli anni precedenti si è fatto fatica non portando a casa il risultato.”

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Novembre 1877  Thomas Edison annuncia l'invenzione del fonografo, un apparecchio che può registrare suoni. Questa invenzione permetterà poi l'utilizzo di apparecchi per la riproduzione del suono.

Social

newFB newTwitter