Como , 09 gennaio 2017   |  

Incendi boschivi, confermata moderata criticità, su Alpi, Prealpi e Appennino

Per la giornata di domani, martedì 10 gennaio, è prevista ventilazione debole in pianura, in rinforzo fino a moderata sui settori orientali a sera e nel corso di mercoledì 11 gennaio.

incendio boschivo

La Sala operativa della Protezione civile regionale, la cui attività è coordinata dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha confermato la moderata criticità' (codice arancione) per rischio incendi boschivi sulle Alpi, Prealpi e Appennino fino a revoca. In particolare il rischio e' localizzato su Valchiavenna e Alpi Centrali in provincia di Sondrio; Verbano (Va); Lario (CO,LC), Brembo e Alto Serio - Scalve (BG); Basso Serio - Sebino (BG,BS), Valcamonica, Mella-Chiese e Garda (BS); demontana occidentale (VA, CO, LC) e Oltrepo pavese (PV).


Per la giornata di domani, martedì 10 gennaio, è prevista ventilazione debole in pianura, in rinforzo fino a moderata sui settori orientali a sera e nel corso di mercoledì 11 gennaio. Su Alpi e Prealpi ventilazione al più moderata da settentrione. A partire dalla mattina del 10 sono previste precipitazioni nevose molto deboli ed intermittenti su Appennino e pianura, più frequenti tra tardo pomeriggio e sera. Sulle zone prealpine e pedemontane accumuli inferiori a 5 cm o al più attorno a tale valore; sulle zone di pianura accumuli per lo più inferiori al centimetro, localmente attorno a 1-2 centimetri; sull'Oltrepò Pavese precipitazioni deboli dalla mattinata, con accumuli inferiori a 5 centimetri.


In conseguenza dei diversi incendi sviluppatisi a partire dal 01/01 nelle zone omogenee F1, F2, F5, F6, F9, F10 e F11, si raccomanda di mantenere le azioni di sorveglianza e pattugliamento del territorio che dovranno riguardare prevalentemente i Comuni ricadenti nelle classi di rischio 3, 4 e 5 del Piano regionale delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi e riportati nell'allegato 4 della Direttiva regionale e i Comuni colpiti dagli incendi.


Al momento stanno intervenendo elicotteri regionali e/o mezzi aerei dello Stato a Chiavenna (SO-F1) e Bovegno (BS-F10). Si segnala che a partire dal 3 gennaio è attivo il "Periodo ad alto rischio di incendio boschivo" fino a revoca. Vige pertanto il divieto assoluto, nei boschi o a distanza da questi inferiore a cento metri, di accendere fuochi, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, motori, fornelli o inceneritori che producano braci o faville, gettare mozziconi accesi al suolo e compiere ogni operazione che possa creare pericolo di incendio.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Maggio 1980 a Milano, giovani terroristi delle Brigate rosse assassinano Walter Tobagi, giornalista del Corriere della Sera

Social

newFB newTwitter