15 settembre 2016   |  

Infiltrazioni d’acqua: trasloco urgente del Pronto Soccorso di Cantù

In seguito al temporale di ieri sera, trasloco d'urgenza per le infiltrazioni.

ospedale1.jpg

Trasloco d'urgenza per il Pronto Soccorso dell'ospedale Sant'Antonio Abate di Cantù. Il trasferimento negli spazi della Cardiologia Servizi, a pochi metri dalla sede del reparto, è stato effettuato a seguito di infiltrazioni d'acqua piovana dovute al sovrastante cantiere per la costruzione delle sale operatorie.
Ieri sera, a partire dalle 19.30 circa, in concomitanza con il temporale verificatosi ieri tra Cantù e l'Erbese, si è allagata la sala d'attesa, che a mezzanotte è stata chiusa. I pazienti - in totale una decina - sono stati fatti accomodare nella sala d'attesa della sala gessi e la postazione del Triage avanzato è stata chiusa. Il 118, opportunamente allertato, non ha inviato ambulanze al presidio di Cantù. I tre pazienti ricoverati nell'Osservazione Breve Intensiva del Pronto Soccorso sono stati collocati in Chirurgia Multidisciplinare e dimessi in mattinata.
Stamattina, quindi, la decisione di trasferire in blocco il reparto con uno spostamento che sarà completato nel tardo pomeriggio per evitare disagi a pazienti, familiari e operatori e l'interruzione dell'attività.

Quindi, dal tardo pomeriggio, l'accesso per gli utenti in autopresentazione è dalla portineria centrale seguendo tutto il corridoio del Padiglione E o dal cortile interno (di fronte alla palazzina amministrativa). Si stanno valutando alcune ipotesi per lo sbarco dei pazienti che vengono trasportati in ambulanza.
Il trasloco del Pronto Soccorso ha imposto, a cascata, il trasferimento degli Ambulatori della Cardiologia Servizi per oggi e domani in Day Hospital (Edificio E, piano terra) e dal lunedì nel Padiglione P, all'ultimo piano, nel reparto che ospita la degenza per i subacuti.


Per quanto riguarda il cantiere delle sale operatorie, in questi giorni gli operai stanno realizzando i pilastri - oltre 30 - che serviranno a sorreggere il tetto di copertura del nuovo blocco operatorio. L'acqua piovana si è infiltrata alla base di alcuni piloni e colata nel piano sottostante.
La Direzione sta valutando gli opportuni e conseguenti interventi al fine di ridurre la finestra temporale di permanenza del Pronto Soccorso nei locali della Cardiologia Servizi. Un ringraziamento va a tutto il personale del Pronto Soccorso e a tutti coloro che a vario titolo sono stati chiamati a intervenire per aver lavorato alacremente e aver consentito in tempi brevissimi il trasferimento del reparto.
In seguito al temporale di ieri sera, trasloco d'urgenza per le infiltrazioni.

Trasloco d'urgenza per il Pronto Soccorso dell'ospedale Sant'Antonio Abate di Cantù. Il trasferimento negli spazi della Cardiologia Servizi, a pochi metri dalla sede del reparto, è stato effettuato a seguito di infiltrazioni d'acqua piovana dovute al sovrastante cantiere per la costruzione delle sale operatorie.
Ieri sera, a partire dalle 19.30 circa, in concomitanza con il temporale verificatosi ieri tra Cantù e l'Erbese, si è allagata la sala d'attesa, che a mezzanotte è stata chiusa. I pazienti - in totale una decina - sono stati fatti accomodare nella sala d'attesa della sala gessi e la postazione del Triage avanzato è stata chiusa. Il 118, opportunamente allertato, non ha inviato ambulanze al presidio di Cantù. I tre pazienti ricoverati nell'Osservazione Breve Intensiva del Pronto Soccorso sono stati collocati in Chirurgia Multidisciplinare e dimessi in mattinata.
Stamattina, quindi, la decisione di trasferire in blocco il reparto con uno spostamento che sarà completato nel tardo pomeriggio per evitare disagi a pazienti, familiari e operatori e l'interruzione dell'attività.


Quindi, dal tardo pomeriggio, l'accesso per gli utenti in autopresentazione è dalla portineria centrale seguendo tutto il corridoio del Padiglione E o dal cortile interno (di fronte alla palazzina amministrativa). Si stanno valutando alcune ipotesi per lo sbarco dei pazienti che vengono trasportati in ambulanza.
Il trasloco del Pronto Soccorso ha imposto, a cascata, il trasferimento degli Ambulatori della Cardiologia Servizi per oggi e domani in Day Hospital (Edificio E, piano terra) e dal lunedì nel Padiglione P, all'ultimo piano, nel reparto che ospita la degenza per i subacuti.
Per quanto riguarda il cantiere delle sale operatorie, in questi giorni gli operai stanno realizzando i pilastri - oltre 30 - che serviranno a sorreggere il tetto di copertura del nuovo blocco operatorio. L'acqua piovana si è infiltrata alla base di alcuni piloni e colata nel piano sottostante.
La Direzione sta valutando gli opportuni e conseguenti interventi al fine di ridurre la finestra temporale di permanenza del Pronto Soccorso nei locali della Cardiologia Servizi. Un ringraziamento va a tutto il personale del Pronto Soccorso e a tutti coloro che a vario titolo sono stati chiamati a intervenire per aver lavorato alacremente e aver consentito in tempi brevissimi il trasferimento del reparto.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newFB newTwitter