Cantù, 12 marzo 2018   |  

La Red October Cantù batte la The Flexx Pistoia

Ventunesima giornata del campionato di Serie A "PosteMobile", centra così la seconda vittoria consecutiva dopo la pausa per la Final Eight di Coppa Italia. 106 a 85 il finale del “PalaBancoDesio”

Sodini foto Walter Gorini

Fotografia Walter Gorini

La Red October Cantù di coach Marco Sodini batte la The Flexx Pistoia alla ventunesima giornata del campionato di Serie A PosteMobile, centrando così la seconda vittoria consecutiva dopo la pausa per la Final Eight di Coppa Italia. 106 a 85 il finale del “PalaBancoDesio”, di seguito il commento del coach biancoblù nel post gara:

«Avevo timore di questa partita, afferma Sodini, ma sono rimasto molto contento per l’approccio che c’è stato. Non mi aspettavo un inizio di secondo tempo così però, dove per i primi 6 minuti sembrava ci fosse un tappo sul canestro. Non c’era proprio verso di segnare. A parte questo è stata una partita condotta dall’inizio alla fine. Non mi piace guardare le statistiche, però se le guardate, tante persone hanno contribuito con energia e con una buona attenzione alle cose che dovevamo fare. Adesso abbiamo un tour de force mica da ridere: andiamo a Venezia, poi viene da noi Torino, poi due trasferte di fila a Brescia e Bologna ed, infine, viene qui Milano. Queste cinque partite secondo me diranno molto della nostra crescita. Se vogliamo essere competitivi dobbiamo anche riuscire a passare da una squadra con una struttura tradizionale con 2 lunghi ad una squadra con quattro piccoli. Ci siamo incartati da soli ad inizio terzo quarto, indipendentemente dall’aver fatto canestro oppure no, mi riferisco a quando siamo passati dai due lunghi ai quattro piccoli. Abbiamo concesso dei canestri e delle situazioni facili che invece non dovrebbero verificarsi, anche perché noi di solito siamo abituati a giocare con questa struttura di squadra. Pistoia è una formazione che rispetto molto e che è cresciuta tanto nell’ultimo periodo. Obiettivamente, però, cosa posso dire alla mia squadra? Abbiamo segnato 59 punti nel solo primo tempo. Se proprio devo dirne una, dico che siamo stati poco bravi a rimbalzo. Alla fine – conclude Sodini - abbiamo pareggiato il dato dei rimbalzi ma in quattrocinque situazioni abbiamo consentito agli avversari dei secondi possessi, mantenendo la partita in un limbo, non facendo pensare che il match fosse chiuso, altrimenti si chiudeva nel primo tempo».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Giugno 1948 viene scoperta da un gruppo di scienziati statunitensi la vitamina B12 (cobalamina).

Social

newFB newTwitter