Como , 29 novembre 2021   |  

La riscossa di Acqua San Bernardo Cinelandia Park Cantù

Riscossa doveva essere e riscossa è stata. E per di più contro una diretta concorrente per il primato.

man gc09c2e958 640

L'Acqua San Bernardo Cinelandia Park Cantù si lascia alle spalle il primo inciampo stagionale sul parquet dell'Assigeco Piacenza rendendo amara la giornata dell'Apu Old Wild West Udine. Al "Pala Banco Desio" capitan Sergio e compagni si sono imposti con il punteggio di 81-78 al termine di una partita tiratissima. Sotto alla fine del primo tempo per 35-39, il roster di coach Marco Sodini ha alzato la voce nei rimanenti due quarti sospinto, soprattutto e come di consueto, dal diluviale Robert Johnson autore di ben 24 punti a referto.

PRIMO QUARTO - Cantù parte leggermente meglio e va a condurre per 5-4 ma Cappelletti e Lacey portano i friulani al controsorpasso a metà frazione. Mussini sancisce il più sette udinese ovvero 9-16, una schiacciata di Nikolic apre però a Cantù la strada per chiudere il primo quarto avanti per 17-16.

SECONDO QUARTO - Le due compagini continuano a colpirsi e controllarsi al contempo e così dopo quattro minuti il verdetto è di perfetta parità: 23-23. Sergio e Bayehe riportano Cantù avanti, dopo il pareggio udinese Johnson ritraccia tra i suoi e gli ospiti un possesso di vantaggio ovvero 34-32. Mussini dall'angolo consente però a Udine di arrivare all'intervallo lungo avanti per 39-35 .

TERZO QUARTO - Allen sforna un 5-0 d'autore e Bayehe decide di imitarlo , Cantù avanza quindi sul 42-39. Udine si affida alle iniziative di Lacey ma Cantù colpisce di nuovo con Johnson, sempre molto prolifico con una tripla e una schiacciata , e Bayehe. Cantù si approssima all'ultimo quarto avanti per 56-49.

ULTIMO QUARTO - L'Apu non alza bandiera bianca e anzi la riapre fino al meno uno con una schiacciata di Walters. Cantù torna ad alzare la voce con Johnson, Allen sfodera la tripla del massimo vantaggio di più dieci ma Cappelleti replica subito. Allen dà la controrisposta ma Lacey, su opposto versante, non è da meno e Udine è a una sola incollatura di ritardo dai canturini. Cappelletti illude Udine portandola al sorpasso ma Allen e Johnson proiettano Cantù definitivamente in quota con il punteggio di 81-78. Cantù si riscatta quindi dal cappaò in terra piacentina, Udine subisce la seconda sconfitta stagionale dopo quella contro la Gruppo Mascio Treviglio.

TABELLINO

ACQUA SAN BERNARDO CINELANDIA PARK CANTU': Johnson 24, Allen 18, Bayehe 11, Nikolic 10, Sergio 9, Stefanelli 4, Bucarelli 3. Cusin 2, Boev. N.e: Borsani. Coach: Marco Sodini.

Tiri liberi: 21 su 25 rimbalzi 26 (Johnson 8), assist 15 (Johnson 5).

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 22, Lacey 22, Walters 13, Giuri 8, Mussini 6, Pellegrino 5, Esposito 2, Pieri, Italiano, Ebeling. N.e: Nobile. Coach: Matteo Boniciolli.

Tiri liberi: 17 su 21, rimbalzi 33 (Walters 8), assist 14 (Cappelletti 5).

ARBITRI

Gianluca Gagliardi di Anagni (FR), Valerio Salustri di Roma e Alberto Perocco di Ponzano Veneto (TV)

POSTGARA

MARCO SODINI (COACH CANTU'): "Più una cosa è irreale e più mi piace cercare di renderla reale, per cui avevo sognato di vincere questa partita di quaranta per un sacco di ragioni. Ma poi mi sono detto, a Gianni Corsolini, dato che la partita era a lui dedicata, sarebbe piaciuto che avessimo vinto noi di quaranta? Secondo me no, essendo un grande narratore di storie. Non è meglio, forse, giocare una partita come questa? Indipendentemente da tutti i fattori tecnici, come lo zero per cento da tre punti nel primo tempo, la capacità di Udine di pressarci, la nostra capacità e incapacità di fare e disfare, che, fra l'altro, sono le nostre prerogative. Come se la nostra fosse una serie televisiva, abbiamo fatto un bello spot per la pallacanestro. E' stato davvero un bello spettacolo e chi è venuto qui si è sicuramente divertito. Quando a Udine, loro sono una squadra tosta, sono bravi, hanno ottimi giocatori e sono ben allenati, con rispetto parlando per le altre squadre di A2, credo che lo staff di Udine sia l'unico della nostra categoria a essere comparabile al nostro. La cosa più bella e importante è che Udine ci sia stata e che abbia potuto giocare (riferimento al temuto rinvio della gara per casi di Covid nelle file friulane, ndr), prima si pensa al fatto che i ragazzi stiano bene e che non ci siano problematiche legate al Covid e, per questa ragione, spero che Nobile stia sempre meglio e che Antonutti , al quale faccio un grande in bocca al lupo personale, possa presto tornare. Ciò perché noi, queste partite, vorremmo sempre giocarle con tutti i giocatori avversari più forti. Queste, comunque, sono gare non condizionate dalle assenze, bensì dalle presenze , conta chi scende in campo e tutti sono stati bravi".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Gennaio 1982 i carabinieri Giuseppe Savastano ed Euro Tarsilli vengono assassinati da esponenti dei Comunisti Organizzati fermati per un controllo

Social

newFB newTwitter