Como , 05 giugno 2018   |  

L’Arcivescovo Delpini a Como per l'avvio del Sinodo

È un appuntamento di grande importanza quello in programma mercoledì 6 giugno. Il Sinodo della diocesi di Como, annunciato nella solennità di Sant’Abbondio

SINODO Delpini

Mercoledì 6 Giugno,  sarà ufficialmente consegnato alla Chiesa di Como lo “Strumento per la Consultazione”. La presentazione del testo, con i suoi contenuti e le modalità di utilizzo, si svolgerà durante un incontro, fortemente voluto dal vescovo monsignor Oscar Cantoni, che vede come ospite l’arcivescovo della diocesi di Milano, monsignor Mario Delpini. La serata ha, come titolo, “Il Sinodo in ascolto del popolo di Dio”.

L’Arcivescovo sarà di persona a Como mercoledì 6 giugno, alle ore 20.45, presso il Cinema Astra, con diffusione dell’evento in streaming, attraverso il progetto AstraHub, in una quindicina di punti in Diocesi.

Si tratta di: Livigno, Morbegno, Sondrio, Berbenno, Villapinta, Tirano (in provincia di Sondrio); Abbadia Lariana (in provincia di Lecco); Dongo, Lenno, San Fedele Intelvi, Cagno, Uggiate Trevano (in provincia di Como); Ponte Tresa e Cassano Valcuvia (in provincia di Varese).

L’incontro con monsignor Delpini si inquadra nell’ambito delle visite che il Metropolita di Lombardia riserva alle singole diocesi della regione. Sarà l’occasione per ascoltare la sua parola riguardo lo spirito e l’importanza, per una Chiesa locale, della convocazione sinodale, che rappresenta un momento di ascolto e di discernimento della situazione attuale e delle nuove vie pastorali e disciplinari da intraprendere.

Anche la Chiesa di Milano sta portando avanti un cammino sinodale, sarà quindi un’opportunità preziosa per uno scambio fruttuoso di indicazioni e suggerimenti. La fase della consultazione si protrarrà, per la diocesi di Como, fino al mese di febbraio 2019.

download pdf Sinodo in ascolto

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

14 Agosto 1941 Massimiliano Kolbe muore nel bunker della fame ad Auschwitz dopo essersi offerto volontario al posto di un altro prigioniero.

Social

newFB newTwitter