Como, 14 dicembre 2021   |  

Como cesti con i prodotti 100% made in Italy tra i regali più gettonati per il Natale

Sotto l’albero trovano sempre di più spazio cesti enogastronomici, grandi e piccoli, ma anche soggiorni o pranzi e cene negli agriturismi di Campagna Amica e Terranostra.

trunk of christmas gda8c1163b 640

Quello appena trascorso è stato un super-weekend per lo shopping, anche se un cittadino su tre – da Como a Lecco - attende la tredicesima per completare gli acquisti dei regali di Natale nelle due province lariane. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti-Ixe’ sulla base degli adulti che la ricevono. Un’attesa dovuta principalmente alle disponibilità economiche ma anche all’incertezza che regna sull’evoluzione del contagio e sulle eventuali misure restrittive che stanno condizionando i comportamenti degli italiani, dai regali alla programmazione dei cenoni fino alle prenotazioni delle vacanze per le quali si evidenziano preoccupanti ritardi, anche se le ultime misure adottate rappresentano un passo importante per sostenere la ripresa in atto e non fermare l’economia ed il lavoro.

In un momento particolarmente importante dell’anno per settori fortemente colpiti dalla pandemia, l’obiettivo è garantire un Natale normale per la convivialità salvando l’economia e l’occupazione.

Sotto l’albero trovano sempre di più spazio cesti enogastronomici, grandi e piccoli, ma anche soggiorni o pranzi e cene negli agriturismi di Campagna Amica e Terranostra.

La tendenza, quindi, è sempre di più verso la personalizzazione con cesti fai da te con prodotti a filiera corta, prodotti tipici locali, dai salumi ai formaggi, dall’extravergine al vino, dal miele alle conserve, meglio se preparati direttamente nelle aziende agricole.

“La migliore garanzia sull’originalità dei prodotti alimentari in vendita nei mercati è quella della presenza del produttore agricolo che – ha affermato il presidente di Coldiretti Como Lecco Fortunato Trezzi – può offrire informazioni dirette sul luogo di produzione e sui metodi utilizzati. Un fenomeno che è sostenuto dalla rete dei mercati degli agricoltori di Campagna Amica dove è possibile acquistare senza intermediazione direttamente dai produttori cibi locali a filiera corta che non devono essere trasportati da migliaia di chilometri di distanza e garantiscono maggiore freschezza. Una garanzia di genuinità che offre l’opportunità di prepararsi o farsi preparare i tipici cesti natalizi con prodotti inimitabili caratteristici del territorio a chilometri zero”.

La rete di Campagna Amica diventa così punto di riferimento anche per acquistare le materie prime con cui realizzare i piatti della tradizione contadina: “Lario e Alta Brianza hanno antiche tradizioni culinarie ancorate alla tradizione lombarda e rurale, che continuano a tramandarsi nelle famiglie e nei giorni di festa non manca il desiderio di riscoprire ricette di dolci tipici. Ai consumatori consigliamo di scegliere gli ingredienti badando alla loro provenienza e di valorizzare i prodotti locali i produttori o nei mercati di Campagna Amica, presenti in modo capillare sul territorio anche in questi giorni che precedono il Natale proprio per venire incontro alle esigenze di chi deve cucinare o andare ancora a caccia di regali”.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Maggio 1961 Papa Giovanni XXIII pubblica la lettera enciclica Mater et Magistra sulla cristianità e il progresso sociale

Social

newFB newTwitter