Como, 01 dicembre 2018   |  

L’infanzia di un Cardinale

di Gabriella Stucchi

Mio fratello Carlo Maria Martini. Ricordi e immagini di vita familiare

Linfanzia di

Così Maris, la sorella del Cardinale, offre ai lettori la stupenda possibilità di rivivere gli anni che segnarono la formazione del famoso Gesuita, Arcivescovo di Milano.
Gli spunti sono offerti, oltre che dai vivissimi ricordi personali, dal film di Ermanno Olmi “Vedete, sono uno di voi”, che ha dato a Maris la spinta di proporre gli aspetti
della vita in famiglia, da cui poi è sorta la sua vocazione.

Si inizia dalla casa natale, a Torino, in Via Cibrario 19, dove in anticamera è collocato, accanto a quello del fratello Francesco, un quadro di Carluccio. Poi si trasferisce ad Orbassano, “la casa del cuore”, da cui Carlo il 25 settembre 1944, all’età di diciassette anni, parte per il noviziato dei Gesuiti. Molto toccanti le parole che il padre Leonardo scrive al fratello Pippo in seguito a questa scelta, che non rappresenta certo una sorpresa, dato che Carlo da parecchi anni si sentiva attratto dalla Compagnia di Gesù, ma che rattrista all’idea di staccarsi da un “ragazzo così buono e così caro”, pieno “di ingegno, di tenace volontà, oltre a grandi doti spirituali”. Nessun tentativo di distoglierlo dal suo proposito, peraltro rassicurato dallo zio Pippo, che dice di “ringraziare la Provvidenza che in un mondo traviato e sconvolto si trovi ancora chi, come Carlo, accoglie la Grazia divina”.

Maris descrive poi gli anni della guerra, i bombardamenti con il suono dell’allarme, il ritiro nel rifugio, in cui la mamma recita il Rosario. A Chieri, il 13 luglio 1952, l’ordinazione sacerdotale. Maris ricorda con commozione che dopo l’unzione crismale le mani di Carlo sono legate, come vuole il rito, da una striscia di lino ricamata dalla mamma. Sono citati i vari incarichi sostenuti, insieme allo studio delle Sacre Scritture. Ormai è citato come autorevole teologo, biblista, conferenziere, predicatore di esercizi spirituali.

Eletto Vescovo nel 1979, il 10 febbraio 1980 Carlo, nominato Arcivescovo di Milano, fa il suo ingresso a piedi, circondato da una grandissima folla che gli esprime affetto, mentre lui guarda, sorride, saluta. Degli anni dell’episcopato Maris parla solo in modo generico, facendo riferimento a “numerose iniziative pastorali, a interventi su temi di rilevanza sociale” dei quali trattano numerosi libri e saggi. Sono comunque molto vivi nel ricordo di chi ha seguito l’arcivescovo Martini, che scrive come prima lettera pastorale “La dimensione contemplativa della vita” a cui segue, nell’anno 1981-1982, “In principio la Parola”, a cui sarà ispirato tutto il suo ministero pastorale.

Il card. Martini lascia l’incarico a Milano l’11 luglio 2002 e fino al 2007 vive a Gerusalemme, dove riprende gli studi biblici. Sono stati anche anni di preghiera intensa per la pace. Nel 2008 rientra in Italia per motivi di salute (affetto dal morbo di Parkinson) e risiede presso l'Aloisianum, la casa dei gesuiti a Gallarate dove aveva studiato da giovane. Le visite e gli impegni sono ridotti per l'impossibilità di comunicare agevolmente: ascoltava e benediceva. Ciononostante, il 2 giugno 2012 ha potuto incontrare papa Benedetto XVI, in visita a Milano per il VII Incontro Mondiale delle Famiglie, per un breve colloquio in una saletta dell'arcivescovado. Nonostante la malattia non ha fatto mai mancare i suoi interventi sui media toccando temi attualissimi.
Toccante la descrizione del 31 agosto 2012, in cui Maris assiste alla morte del fratello, alle 15.45: “C’era una calma serena e rispettosa a marcare la solennità del momento” scrive, mentre lei è “stordita, incredula”.

“Ritratto realistico, dolce e affettuoso”, pieno di ammirazione, da parte della sorella amata: così lo definisce Bruno Forte nella Postfazione. Da una parte si offre un quadro di normale vita familiare, arricchito da molte foto, dall’altra si intravedono i tratti salienti di un ministero che lasciò una traccia indelebile non solo nella Diocesi ambrosiana, ma in tutta la Chiesa.

Maris Martini Facchini L’INFANZIA DI UN CARDINALE – Áncora – euro 16.50

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

14 Dicembre 1782 ad Annonay, in Francia, i fratelli Montgolfier fanno il primo volo con il prototipo di mongolfiera

Social

newFB newTwitter