Como, 09 febbraio 2019   |  

Lombardia a lezione di legalità con i Carabinieri

Firmata la convenzione per la realizzazione di azioni e interventi sull'educazione alla legalità nelle scuole della Lombardia tra i Carabinieri e l'ufficio Scolastico Regionale

Firma convenzione

È stata sottoscritta stamani, dal Gen. B. Antonio De Vita e dalla dott.ssa Delia Campanelli, la convenzione tra il Comando Legione Carabinieri Lombardia e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, per la realizzazione di azioni e interventi sull’educazione alla legalità nelle scuole tesa a favorire la promozione di intese tra gli Uffici scolastici Territoriali e i Comandi Provinciali della Legione Lombardia, per favorire la diffusione della legalità su temi quali lo stalking, il femminicidio, la pedopornografia, il bullismo, la sicurezza stradale, i diritti umani, la contraffazione, la proprietà industriale, l’accesso a internet e i rischi connessi.

Il progetto si inquadra nell’ambito delle iniziative avviate dall’Arma per la diffusione nelle scuole della cultura della legalità attraverso bandi di concorso provinciali, percorsi di formazione rivolti a docenti e studenti sui temi della legalità, visite presso i Reparti dell’Arma, attività di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza in collaborazione con le scuole.

Da parte dell’Ufficio Scolastico regionale, grande è la soddisfazione per la firma di questa Intesa anche perché da anni, ormai, la scuola lombarda è all’avanguardia e rappresenta un modello per il resto del Paese, in merito a progettualità di questo tipo.

Questa è la seconda Convenzione quadro sottoscritta tra Usr (Ufficio Scolastico Regionale) Lombardia e Comando della legione Carabinieri della Lombardia dopo quella formata nel 2016.

I contenuti individuano linee d’azione generali all’interno delle quali gli Uffici scolastici territoriali e i Comandi provinciali dei Carabinieri potranno realizzare percorsi specifici per i territori di competenza, rispondendo ai bisogni dei luoghi più prossimi.

Coma ha rilevato Delia Campanelli, direttore Generale dell’Usr Lombardia, «La Convenzione rappresenta uno strumento strategico affinché tutte le scuole si avvalgano dell’opera dell’Arma dei Carabinieri nella realizzazione della missione educativa alla legalità e al pieno sviluppo della persona, affrontando diversi temi di forte impatto sociale e culturale. Dal femminicidio, al bullismo, dalla sicurezza stradale, ai diritti umani, ecc… La presenza dell’Arma nella scuola è garanzia di efficacia formativa nell’ambito dell’Educazione alla Legalità e dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Aprile 1956 seduta inaugurale della Corte costituzionale italiana

Social

newFB newTwitter