Milano, 27 aprile 2018   |  

Lotta alla contraffazione, siglato intesa, tra Ministero Sviluppo Economico e Consiglio regionale

La lotta alla contraffazione, la promozione della cultura della proprietà industriale, la tutela della creatività e dell’innovazione sono i contenuti principali del protocollo d’intesa siglato tra il Ministero dello Sviluppo economico (Direzione Generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) e il Consiglio regionale della Lombardia.

contraffazione

La lotta alla contraffazione, la promozione della cultura della proprietà industriale, la tutela della creatività e dell’innovazione sono i contenuti principali del protocollo d’intesa siglato tra il Ministero dello Sviluppo economico (Direzione Generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) e il Consiglio regionale della Lombardia.

Il protocollo prevede la realizzazione di linee comuni di intervento tra le due istituzioni. Lo scopo è aumentare nelle generazioni più giovani la consapevolezza del valore della legalità e della responsabilità individuale e diffondere fra i cittadini la conoscenza dei rischi legati al consumo di prodotti falsi, oltre che le informazioni circa l’impatto negativo che la contraffazione ha sul sistema economico e produttivo del Paese.

Tra gli impegni sottoscritti dal Ministero, quello di mettere a disposizione del Consiglio regionale dati e studi sulla contraffazione inerenti il territorio lombardo.
Il Consiglio regionale, dal canto suo, metterà in campo il valore aggiunto costituito dalla rete di relazioni con le scuole lombarde, che si rafforza di anno in anno, e creerà delle iniziative specifiche su questi temi rivolte in particolare proprio agli studenti.

Il protocollo ha durata triennale e le sue attività non comporteranno oneri aggiuntivi per le due amministrazioni.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Ottobre 1879 Thomas Edison testa la prima lampadina funzionante in modo efficace (resterà accesa per 13 ore e mezza prima di bruciarsi)

Social

newFB newTwitter