Lugano , 21 novembre 2020   |  

Lugano città amica dell'Unicef

di cristiano comelli

Un primo, importante tassello è stato messo. E mira a fare di Lugano una città amica dell'Unicef e sostenitrice dei varii interventi promossi a tutela dell'infanzia

unicef

La città ticinese ha infatti "completato - si legge nella nota del comune - con successo la prima fase del percorso di certificazione dell'Unicef per l'ottenimento del label "Comune amico dei bambini". E questo proprio mentre venerdì 20 novembre ricorreva la giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

Il comune ha scandagliato a fondo l'universo delle prassi adottate a beneficio della fascia di popolazione compresa tra gli zero e i diciotto anni. "L'analisi - prosegue il comune- che rappresenta un'opportunità per evidenziare debolezze , punti di forza e spazi di azione di un comune nel tutelare i diritti dell'infanzia , è stata condotta da specialisti esterni con la supervisione dello staff dell'Unicef Svizzera e Liechtenstein".

E da quest'analisi Lugano è uscita con il sorriso sulle labbra perchè sul 70 per cento degli indici considerati utili per valutare la concessione del label città amica dei bambini si è dimostrata sul pezzo. Adesso il municipio retto dal sindaco Marco Borradori si è aperto la strada per abbracciare le altre tre fasi dell'operazione che va verso l'ottenimento del label. Un altro passo significativo mosso dal comune ticinese è stato di istituire, al riguardo, un gruppo di lavoro che sarà gestito dalla Divisione socialità. "L'assegnazione del label - conclude il comune- premierebbe l'impegno pluriennale della città a favore delle politiche giovanili, della conciliabilità lavoro- famiglia e del sostegno alla formazione e all'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro".

Lungi dall'avere un valore di pura attribuzione formale, la concessione del label, ricorda il comune in ultima battuta, "offre l'opportunità di partecipare a una rete internazionale di città e comuni impegnati nello stesso obiettivo". Lugano è già città acclarata come amica degli anziani, adesso si appresta a diventarlo in modo più marcato anche dei piccoli evidenziando una sensibilità per qualunque fascia d'età e per le esigenze da essa poste.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newFB newTwitter