Lugano , 20 novembre 2020   |  

Lugano in soccorso delle persone sole causa del virus di Wuhan

di cristiano comelli

Per sostenere in modo sempre più efficace le persone strette nella morsa della solitudine che si fà sentire ancora di più in questo periodo di emergenza pandemica.

solitudine

Comune e associazioni, sotto il cielo di Lugano, rinnovano la loro alleanza tutta solidarietà. "La città di Lugano - spiega il municipio retto dal sindaco Marco Borradori in una nota - ha ripreso contatto con le associazioni con cui ha collaborato nella prima fase dell'emergenza pandemica per ripristinare il sostegno alle persone, anziane o adulte, che vivono una situazione particolare di vulnerabilità, a esempio perchè sottoposte a misure di quarantena o isolamento preventivo.

Il sostegno si indirizza dunque ad assolvere le necessità primarie di cittadine e cittadini soli che non possono contare su una rete familiare o di vicinato". Bisogni che hanno più nomi e volti: da quello di generi alimentari di prima necessità a quello di smaltire i rifiuti domestici o di procurarsi farmaci.  Il riferimento che il comune invita a contattare è il numero della divisione socialità ovvero lo 058 866 74 57  che sarà attivo da lunedì a venerdì tra le 9 e le 11.30 e tra le 14 e le 16. Informazioni di carattere più generale potranno invece essere reperite componendo lo 058 463 00 00 che fà capo all'Ufficio federale della sanità pubblica.

"La città di Lugano - conclude il comune- incoraggia le persone autonome non soggette a restrizioni sanitarie a rendersi disponibili offrendo un aiuto nella propria cerchia di contatti stretti, così da ridurre al minimo i contatti sociali e i rischi di diffusione del virus". Solidarietà ad ampio raggio che consente ai cittadini di essere sempre più cittadini e di scoprirsi sempre più solidali gli uni verso gli altri. 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newFB newTwitter