Lugano, 22 giugno 2022   |  

Lugano incontro tra il sindaco e Reinhold Messner

di cristiano comelli

Al suo nome si legano alcune delle pagine più prestigiose dell'alpinismo. Non solo italiano. La montagna, per Reinhold Messner, non ha segreti. Il noto alpinista è stato ricevuto l'altro giorno al municipio di Lugano dal sindaco Michele Foletti , dal suo vice Roberto Badaracco e dai municipali Lorenzo Quadri e Cristina Zanini Barzaghi .

mountains 1244132 640

Al suo nome si legano alcune delle pagine più prestigiose dell'alpinismo. Non solo italiano. La montagna, per Reinhold Messner, non ha segreti. Il noto alpinista è stato ricevuto l'altro giorno al municipio di Lugano dal sindaco Michele Foletti , dal suo vice Roberto Badaracco e dai municipali Lorenzo Quadri e Cristina Zanini Barzaghi . A loro Messner ha comunicato tutto il fascino del riuscire a scalare quattordici cime sopra gli ottomila metri. "L'alpinismo - ha evidenziato durante l'incontro con i municipali luganesi - è molto più di un record, di un gesto tecnico o una collezione di cime irraggiungibili, ma è prima di tutto un fatto culturale poiché l'uomo si misura con la natura selvaggia, in piena libertà e raggiunge una conoscenza più profonda di se stesso e della natura umana". Ogni sfida a una montagna diventa così una sfida a se stessi e ai propri limiti. Messner è poi stato ospite di una manifestazione benefica promossa dall'associazione Mani per il Nepal al palazzo dei Congressi. Nell'occasione ha avuto anche parecchi attimi di commozione quando è stato proiettato il documentario dedicato a un'altra leggenda dell'alpinismo, Walter Bonatti.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Giugno 1883 a Milano in via Santa Redegonda viene inaugurata la prima centrale elettrica europea

Social

newFB newTwitter