Lugano , 14 aprile 2019   |  

Lugano luce verde per il bilancio

Il dato balza subito all’occhio: 7.88 milioni di franchi, ovvero oltre sei milioni di Euro. Il Municipio del sindaco Marco Borradori licenzia il suo conto consuntivo per l’anno 2018 con una cifra di tutto rispetto.

Che cosa e lanalisi di bilancio

Il dato balza subito all’occhio: 7.88 milioni di franchi, ovvero oltre sei milioni di Euro. Il Municipio del sindaco Marco Borradori licenzia il suo conto consuntivo per l’anno 2018 con una cifra di tutto rispetto.

«Il risultato – spiega il comune in una nota – è stato ottenuto in modo particolare grazie alle entrate fiscali che evidenziano quasi 55 milioni di maggiori ricavi rispetto al preventivo, 41,3 dei quali per sopravvenienze fiscali di gettito degli anni precedenti e 13,6 milioni per rivalutazione del gettito di competenza per il 2018 soprattutto delle persone fisiche».

Sul fronte dei costi si è registrata una crescita di 30,17 milioni che il comune motiva a “fattori straordinari e non ripetibili o non gestibili direttamente della città”. Maggiori ricavi sono invece giunti per 46,2 milioni rispetto al preventivo del 2018, Interessante anche il dato concernente il grado di autofinanziamento pari all’83,07 per cento, di non poco superiore al 75,38 con il quale si era chiuso invece il 2017.

«Esso – spiegano ancora dal comune- garantisce una buona copertura degli investimenti e contribuisce in modo diretto al contenimento dell’indebitamento che nel 2018 si riduce di quasi 30 milioni di franchi pur mantenendosi a oltre 877 milioni di esposizione verso le banche e a oltre 64 milioni per le gestioni speciali”. Borradori definisce questo risultato “un ulteriore, sebbene non decisivo passo verso il raggiungimento dell’importante obiettivo di riduzione dell’indebitamento”. E’ invece di 108,7 milioni il capitale proprio del Municipio. Che, si evince sempre dalla nota, “è consapevole del fatto che i risultati relativi a indebitamento e capitale proprio sono componenti che dovranno ancora essere oggetto di attenzioni particolari».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Giugno 1946 si insedia l'Assemblea costituente della Repubblica Italiana con Giuseppe Saragat alla presidenza

Social

newFB newTwitter