Como, 24 luglio 2019   |  

Mercoledì 24 Luglio sciopero trasporti ferma anche la funicolare di Brunate

E' previsto uno sciopero nazionale del trasporto ferroviario che interessa il personale delle infrastrutture ferroviarie Ferrivienord, Gruppo Fs Italiane e Funicolare Como-Brunate

ATR125 Besanino Trenord

Mercoledì 24 Luglio è previsto uno sciopero nazionale del trasporto ferroviario che interessa il personale delle infrastrutture ferroviarie Ferrovienord spa [dalle 9 alle 13] e RFI - Rete ferroviaria Italiana [dalle 9 alle 17].

Pur non interessando direttamente il personale Trenord, il servizio ferroviario regionale, suburbano, a lunga percorrenza e aeroportuale potrebbe subire variazioni. Nello sciopero non sono coinvolge le fasce orarie di garanzia.

Malpensa Express
In caso di non effettuazione dei treni, autobus sostitutivi, senza fermate intermedie, saranno istituiti limitatamente ai collegamenti del servizio Malpensa Express tra Milano Cadorna-Malpensa Aeroporto T1-T2 e Malpensa Aeroporto T1-T2 - Stabio. Da Milano Cadorna gli autobus partiranno da via Paleocapa 1 agli stessi orari di partenza del treno. 

Funicolare Como-Brunate

L’agitazione del personale viaggiante è prevista dalle ore 19.30 alle 23.30.

Nel rispetto delle disposizioni in materia di informazione all’utenza, le percentuali medie complessive di adesione registrate nel corso delle ultime astensioni proclamate dalle medesime sigle, sono disponibili per la Funicolare di Como  - Brunate sul sito internet "www.funicolarecomo.it" alla sezione “Adesione scioperi”. 

Proclamato dalle Organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fast Confsal uno sciopero dei dipendenti del Gruppo FS Italiane, in adesione a uno sciopero nazionale dei trasporti, dalle 9.00 alle 17.00 di mercoledì 24 luglio 2019.

Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto, riportati di seguito predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l'attuazione della Legge 146/1990.

Poiché in corso di sciopero si potrebbero verificare variazioni non preventivabili (es.: modifica di itinerario per i treni a lunga percorrenza), è importante prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d'informazione.

I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un'ora dall'inizio dell'agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale.

 

Nel trasporto regionale sono stati istituiti i servizi essenziali nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali). 

Le motivazioni indicate dalle diverse OO.SS. proclamanti, pur nelle singole peculiarità, possono essere per tutte ricondotte alle seguenti: la creazione di un unico sistema logistico dei trasporti e delle infrastrutture, per una mobilità di persone e merci rapida ed efficiente,  per regole chiare e trasparenti che impediscano la concorrenza al ribasso tra le imprese, per l’applicazione degli accordi interconfederali che stabiliscano le modalità di misurazione della rappresentanza al fine di meglio garantire il diritto di sciopero, contro il preoccupante aumento degli infortuni sul lavoro e delle morti bianche.

Per il trasporto aereo lo sciopero sarà il 26 Luglio, in una nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si legge che l'astensione dal lavoro sarà di quattro ore e non più di 24. 

 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newFB newTwitter