Milano , 09 agosto 2019   |  

Milano a Ferragosto aperte le Gallerie d'Italia

Le Gallerie d’Italia, Piazza Scala, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Milano, restano eccezionalmente aperte giovedì 15 agosto dalle 9.30 alle 19.30, con ingresso gratuito, proponendo a quanti sceglieranno di stare in città un Ferragosto all’insegna dell’arte.

IMMAGINE GUIDA

Continua fino domenica 8 Settembre la mostra "Dall'argilla all'algoritmo. Arte e tecnologia", una mostra che pone in relazione arte e tecnologia al fine di dimostrare come gli avanzamenti tecnologici modifichino l'esperienza della realtà, inducendo cambiamenti nelle relazioni sociali, nell'immaginario collettivo e individuale e trasformando le possibili forme della creatività artistica.

Nel giorno di Ferragosto sono previste visite guidate alla mostra Dall'argilla all'algoritmo. Arte e tecnologia alle ore 11.00 e alle ore 17.00, e visite al caveau alle ore 17.00 con prenotazione obbligatoria al Numero Verde 800.167.619 o info@gallerieditalia.com

Il tema è particolarmente pregnante nel momento attuale, nel quale l'innovazione digitale ci pone in costante relazione con inedite esperienze di robotizzazione e intelligenza artificiale. Le opere in mostra, estremamente eterogenee per tipologia e periodo storico, appartengono alle collezioni di Intesa Sanpaolo, Fondazione Cariplo, Fondazione Carisbo e del Museo d'Arte Contemporanea del Castello di Rivoli. 

Fino al 1 Settembre, nella Sala delle Colonne, è inoltre possibile visitare la mostra fotografica 13 storie dalla strada, Fotografi senza fissa dimora, un viaggio nell’universo sociale e urbano della Fondazione Cariplo condotto da 13 fotografi senza fissa dimora, individuati dall’Assessorato alle Politiche Sociali di Milano.

In questa straordinaria esposizione, curata da Dalia Gallico, Fondazione Cariplo ha affidato il racconto della sua identità alle immagini di 13 progetti, scelti fra i 1500 che porta avanti ogni anno.

Soprattutto allo sguardo di 13 uomini abituati a essere definiti per difetto: senza casa, senza lavoro, senza identità, senza futuro. Invisibili a cui la macchina fotografica ha restituito la dignità e la potenza dell’espressione. Una prospettiva che unisce l’atto del raccontare a quello del raccontarsi: insieme alle immagini nella mostra vengono proiettate le videointerviste agli autori. Una testimonianza che illumina le vite di persone che ogni giorno attraversano l’anima periferica, fragile, marginale di Milano. Un viaggio lungo un anno che li ha portati dalla periferia al cuore della città.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newFB newTwitter