Milano , 06 febbraio 2018   |  

Milano: Areu in difesa dei bambini

"I bambini e la sicurezza" è il convegno a ingresso libero e gratuito organizzato da Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) a Milano, Palazzo Lombardia lunedì 5 Febbraio sull'emergenza che riguarda i bambini che ha visto la partecipazione di medici dell'Asst Lecco, del reparto Pediatrico dell'Ospedale di Como e dell'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera

PREMIAZIONE PEDIATRIA 2

Premiazione Pediatria Como

Sono 170.000 i cittadini lombardi che conoscono tecniche di rianimazione e ben 7.500 i defibrillatori distribuiti su tutto il territorio lombardo, dati forniti dal direttore generale di Areu (Agenzia Regionale Emergenza e Urgenza) Roberto Zoli, nel corso dell'evento “I bambini e la sicurezza” svoltosi lunedì 5 Febbraio a Palazzo Lombardia all'auditorium Testori Milano organizzato da Areu.

La manifestazione ha visto la partecipazione dell'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, Rinaldo Zanini direttore del reparto infantile dell'Asst Lecco, Roberta Invernizzi piscologa infantile dell'Asst Lecco; numerose le testimonianze del personale della sala operativa Areu delle varie zone lombarde in continuo contatto con situazioni di emergenza. 

L'evento si inserisce nella serie di iniziative promosse in occasione della “Giornata del 112” dell'11 Febbraio 2018 dedicato al numero unico per le emergenze.
Lo scopo dell'incontro è di sensibilizzare genitori ed insegnanti sul comportamento corretto da tenere in caso di emergenza per salvaguardare la sicurezza dei bambini. I temi toccati nell'arco della giornata sono stati: i bambini e le chiamate al numero dell'emergenza 112; la disostruzione delle vie aree in età pediatrica; il corretto uso dei seggiolini per bambini in automobili.

Durante la manifestazione sono stati presentati numerosi video di testimonianza tra cui quella di Paola, DJ di Radio Italia e di bambini protagonisti di situazioni critiche che riuscendo a parlare con i vari operatori del 112 hanno fornito dati utili per attivare il soccorso in breve tempo evitando epiloghi tragici.

Grande interesse ha suscitato anche l'intervento della giornalista Giovanna Guiso della Federazione Motociclistica Italiana e Lombardia sull’ utilizzo di strumenti tecnologici, di protezione ed educazione stradale del trasporto dei bambini su motoveicoli evidenziando la scarsa consapevolezza degli adulti sulle conseguenze di comportamenti di guida sbagliati. Ha esposto dati sull'incidentalità degli utenti vulnerabili, come i motociclisti, e l'importanza della prevenzione, educazione e formazione della guida.

Nell'arco della giornata la Pediatria dell'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia e la Scuola Ospedaliera sono state premiate per il progetto "Impariamo a usare l'1.1.2",in palio un volo con l'elicottero dell'elisoccorso. L'iniziativa comasca, messa a punto da Areu – Azienda regionale dell’emergenza urgenza in collaborazione con la Scuola Ospedaliera e l’Unità Operativa diretta da Angelo Selicorni, mira a far conoscere a bambini e ragazzi ricoverati in reparto, nonché ai loro genitori, il corretto utilizzo del NUE - Numero Unico per le Emergenze 1.1.2 attraverso giochi e attività didattiche.

I “docenti” degli incontri in reparto sono medici, infermieri e tecnici dell'Areu che hanno spiegato ai piccoli e giovani degenti la funzione del numero 1.1.2. Il gruppo di operatori è costituito da personale dell’AAT 118 di Como, di cui è responsabile Maurizio Volontè, dell’AAT 118 di Varese e della CUR NUE 1.1.2 di Varese, di cui è responsabile Guido Garzena. Nel dettaglio, si tratta di Monica Carnelli e Sabrina Giglioli, specialiste in anestesista/rianimazione dell’U.O. di Anestesia e Rianimazione II, Alessandro Picone, infermiere dell’Anestesia e Rianimazione II, Laura Donadello, infermiera del 118 di Varese, e Roberta Vendramin, operatore della CUR NUE 1.1.2 di Varese. Gli esperti di emergenza sono stati coadiuvati dalle insegnanti Paola Civati e Gemma Grigioni della Scuola Ospedaliera, sezione distaccata dell’Istituto Comprensivo Como – Rebbio, e da personale del reparto.

I bambini e i ragazzi degenti nella Pediatria del Sant'Anna hanno elaborato disegni, un giornalino e lavori di gruppo che sono stati mostrati in occasione dell'incontro di lunedì 5 Febbraio. Il progetto proseguirà nei prossimi mesi. (Do.Sa)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

14 Agosto 1941 Massimiliano Kolbe muore nel bunker della fame ad Auschwitz dopo essersi offerto volontario al posto di un altro prigioniero.

Social

newFB newTwitter