Milano, 12 agosto 2019   |  

Milano, largo La Foppa donna aggredita con bottiglia di vetro

Rapine ed aggressioni a Milano sempre più un campo di battaglia per chi ama delinquere e non rispettare la legge

Carabinieri Milano Duomo 2018

Donna di 64 anni è stata aggredita con una bottiglia di vetro, sempre da uno straniero bengalese trentunenne, che l’ha ferita in modo grave con fendenti al collo. Essendo il luogo dell’aggressione, Largo La Foppa, vicinissimo alla Questura, il colpevole è stato prontamente arrestato dagli agenti della polizia.

La donna lotta tra la vita e la morte al Niguarda, dove è stata operata d’urgenza.

Nel weekend in via Alassio, filippini e bande di “latinos” hanno bivaccato tra fiumi di alcool e gioco d’azzardo. Domenica  sera 11 Agosto, una maxirissa in zona Affori, tra via Cialdini e via Montanari, ha visto come protagonisti dei giovani sudamericani che hanno lasciato in terra cocci di vetro e sangue, a testimonianza della loro “pacifica” serata.

Sempre la scorsa notte, sabato 10 Agosto, una ragazza di 20 anni è stata rapinata in viale Papiniano da un marocchino di 18 anni, irregolare  con precedenti,  le ha rubato il cellulare assieme ad un complice, riuscito a fuggire. La ragazza è stata colpita con un pugno in faccia e gettata a terra. I Carabinieri sono riusciti ad arrestare il colpevole anche grazie all’intervento di un passante straniero.

L'assessore di Regione Lombardia Riccardo De Corato dichiara: «Questo senso di impunità e di mancanza di rispetto delle autorità da parte di molti immigrati è dovuto sicuramente al clima che Milano ha saputo creare intorno a questi ultimi. Marce, pic-nic e feste con associazioni che invece di insegnare loro il vivere comune sono pronte ad istruirli su come muoversi nelle maglie larghe della legge.»

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newFB newTwitter