Milano, 19 ottobre 2019   |  

Milano, piazza Duca d'Aosta controlli dei Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia Duomo, coadiuvati da quelli della C.I.O. del 3° Reggimento Lombardia e da quelli del Nucleo Cinofili di Casatenovo (LC), hanno eseguito frequenti servizi coordinati di controllo del territorio in piazza Duca d’Aosta e nelle aree limitrofe alla Stazione Centrale.

I controlli dell'Arma dei Carabinieri della Compagnia Duomo, coadiuvati da quelli della C.I.O. del 3° Reggimento Lombardia e da quelli del Nucleo Cinofili di Casatenovo (LC), hanno eseguito frequenti servizi coordinati di controllo del territorio in piazza Duca d’Aosta e nelle aree limitrofe alla Stazione Centrale.

Nel corso dei servizi sono state identificate complessivamente 50 persone ed in particolare sono state tratte in arresto 4 persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: un 21enne guineano trovato in possesso di 5 gr. di hashish che stava cedendo ad alcuni acquirenti; un 24enne libico responsabile di aver ceduto una dose di 1 gr. di hashish e trovato in possesso di ulteriori 0,3 gr. della medesima sostanza; un 21enne bengalese colto a cedere 0,5 gr. di hashish ad un acquirente e trovato con ulteriori 0,7 gr; un 29enne nigeriano il quale, dopo aver manifestato malessere fisico nel corso di un controllo degli operanti, è stato accompagnato in ospedale, ove i medici hanno appurato che aveva ingerito 58 ovuli contenenti un totale di 560 gr. di eroina e 120 gr. di cocaina.

Sono state inoltre deferite in stato di libertà 13 persone: 6 stranieri per reingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato; una 24enne albanese per evasione dagli arresti domiciliari; un 33enne tunisino per inottemperanza all’ordine di lasciare il territorio dello stato; un 24enne bengalese rifiutatosi di esibire i propri documenti di soggiorno e che veniva contestualmente segnalato alla Prefettura perché trovato in possesso di 1 gr. di hashish; un 59enne cinese, titolare della licenza di una struttura ricettiva, per aver ospitato, a titolo oneroso, stranieri privi di regolare permesso di soggiorno e non aver osservato l’obbligo di comunicazione degli alloggiati; un 39enne gambiano per aver violato la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Milano; un 41enne italiano per aver declinato false generalità ed un 21enne gambiano ritenuto responsabile dell’aggressione, con un coccio di bottiglia, avvenuta nella tarda serata del 16 settembre scorso ai danni di un 20enne ghanese recatosi poi presso il pronto soccorso della clinica “Città Studi” e dimesso con 35 giorni di prognosi per “lesione da taglio mano dx”, lo stesso veniva inoltre deferito per l’inosservanza della misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Milano.

Le ispezioni nelle aree verdi della piazza, eseguite con l’ausilio delle unità cinofile, hanno poi consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro 87 gr. di hashish e 1.5 gr. di marijuana.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newFB newTwitter