Como , 13 febbraio 2020   |  

Mindfulness sesta edizione corso per pazienti del reparto di Oncologia

Migliorare la qualità della vita, il rapporto con il proprio corpo e la gestione dello stress, coltivare il rispetto per le proprie emozioni.

time 481449 640

Migliorare la qualità della vita, il rapporto con il proprio corpo e la gestione dello stress, coltivare il rispetto per le proprie emozioni. Sono alcuni degli obiettivi della pratica della mindfulness, proposta alle pazienti del reparto di Oncologia dell'ospedale Sant'Anna con uno specifico corso "Life is Life" che quest'anno è alla sua sesta edizione.

L'iniziativa, promossa dall'Unità Operativa di Oncologia e dal Centro di Riferimento Oncologico "Tullio Cairoli" onlus, è stata presentata ieri pomeriggio al Day Hospital Oncologico e prevede otto incontri di gruppo, a cadenza settimanale, dalle ore 16 alle ore 18, che partiranno il 18 febbraio. Gli appuntamenti successivi saranno il 25 Febbraio, il 3, 10, 17, 24, 31 Marzo e il 7 Aprile.

«Mindulness è una parola inglese che vuol dire consapevolezza ma in un senso particolare. Non è facile descriverlo a parole perché si riferisce prima di tutto a un'esperienza diretta. Tra le possibili descrizioni è diventata "classica" quella di Jon Kabat-Zinn, uno dei pionieri di questo approccio. "Mindfulness significa prestare attenzione, ma in un modo particolare: con intenzione, al momento presente, in modo non giudicante».

Si può descriverla anche come un modo per coltivare una più piena presenza all'esperienza del momento, al qui e ora" (Fonte Aim, associazione italiana per la mindfulness).

«E' una proposta che si inserisce nell'ambito di una progettualità volta all'accoglienza e all'umanizzazione delle cure e dei percorsi per le patologie oncologiche femminili - osserva il primario di Oncologia del Sant'Anna, Monica Giordano - Una diagnosi di tumore porta con sé numerosi cambiamenti nella vita delle donne e dei loro familiari e pur in presenza di terapie efficaci e di una buona prognosi, può non essere facile recuperare il proprio equilibrio».

«Il protocollo mindfulness per pazienti oncologiche - prosegue Giordano - è stato provato e verificato in oltre dieci anni di studio e può essere d'aiuto nelle diverse fasi delle cure, prima e dopo la chirurgia oppure durante la chemioterapia o la radioterapia».

Gli obiettivi principali riguardano la riduzione dello stress, il miglioramento del rapporto con il proprio corpo, la gestione delle emozioni. "E' un percorso che può aiutare a ridurre di sintomi quali depressione, ansia, irritabilità e a migliorare, più in generale, la qualità della vita" evidenzia Paola Zavagnini, la psicologa e professional mindfulness trainer che terrà il corso.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Febbraio 1830  Antonio Rosmini, sacerdote e filosofo, fonda l'Istituto della Carità al Sacro Monte di Domodossola.

Social

newFB newTwitter