Milano , 29 ottobre 2017   |  

Monza e Buccinasco: due rapinatori arrestati nelle ultime ore

Nell’ambito del contrasto alla criminalità predatoria, nelle ultime ore sono finiti in manette 2 rapinatori che avevano designato altrettante donne come vittime.

680x336xcarabinieri 680x336.jpg.pagespeed.ic.vUqZUDmK2v 2

A Monza, nella tarda mattinata di ieri, i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti in via Volturno, su segnalazione di un passante che riferiva di una lite in corso tra un uomo e una donna. Giunti sul posto, i militari hanno bloccato un 30enne peruviano, già noto alla Giustizia, che aveva seguito in strada una connazionale 32enne, con la quale aveva da poco interrotto una relazione, strattonandola per prelevare dalla sua borsa il cellulare e controllarne il contenuto. Il maltolto è stato recuperato e restituito alla proprietaria, la quale, nonostante avesse riportato alcune ecchimosi, ha rifiutato le cure mediche. L’arrestato è comparso ieri mattina innanzi al Giudice della direttissima, che ha convalidato l’arresto ed emesso un divieto di avvicinamento alla persona offesa.

A Buccinasco, nella serata di ieri, all’esito di una serrata attività d’indagine, i Carabinieri della Stazione di Assago (Mi) hanno tratto in arresto un 20enne italiano, già sottoposto agli arresti domiciliari per rapina, riconosciuto quale responsabile della rapina del portafogli ai danni di una 16enne del posto, avvenuta nel pomeriggio in via Volturno. Il malfattore, a bordo di una bicicletta a noleggio, aveva avvicinato la ragazza, intimandole la consegna del portafogli dietro minaccia di morte prima di darsi alla fuga. La descrizione del rapinatore fornita dalla vittima nell’immediatezza dei fatti, ha consentito agli operanti di identificare il responsabile nel 20enne, rientrato subito dopo il colpo a casa, dove è stato raggiunto dai militari che hanno altresì recuperato il maltolto. L’arrestato comparirà innanzi al Giudice della direttissima e dovrà rispondere anche di evasione.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Dicembre 1860 la Camera dei Deputati del Regno di Sardegna viene sciolta per consentire l'elezione del primo Parlamento italiano.

Social

newFB newTwitter