Barni (Co), 25 ottobre 2017   |  

Musica per San Pietro e Paolo

Il piccolo borgo di Barni (Co) continua la mobilitazione per raccogliere i fondi necessari per i restauri della Chiesa Romanica

image

Sono poco più di 600 gli abitanti di Barni (Co) ma non smettono di stupire con iniziative ed eventi di grande risonanza. Dallo scorso anno la comunità si è impegnata a favore dell’antica parrocchiale di origine medievale, dapprima con la raccolta delle firme necessarie per il censimento dei “Luoghi del Cuore” promossa dal del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Con più di 2000 voti la mobilitazione ha permesso all'edificio di classificarsi primo in provincia di Como e partecipare al bando per finanziare un progetto di restauro (i risultati a novembre) promosso dalla Fondazione in collaborazione con Banca Intesa San Paolo.

Spinti da questa voglia di rivedere la Chiesa di San Pietro e Paolo e i suoi affreschi finalmente restaurati, gli abitanti non si sono dati per vinti e hanno dato vita a numerose iniziative con lo scopo di raccogliere fondi per la chiesetta. Gare di burraco, mercatini, concerti ma soprattutto una maxi lotteria di beneficienza con estrazione il prossimo lunedì 30 ottobre 2017, alle ore 14,30 in Piazza Pio XI, durante la tradizionale fiera di Barni con in palio una fantastica Crociera e diversi premi offerti da benefattori del paese e non solo.

Il concerto dell’Ensemble femminile Cum Corde di Galbiate (Lc), diretta da Anna Fruet sarà il prossimo appuntamento promosso dalla Parrocchia di Barni in collaborazione con Culturabarni su questo filone di eventi che uniscono beneficienza, cultura e aggregazione comunitaria. La direttrice Anna Fruet è stata  membro della comunità barnese in gioventù e ricorda con affetto i bei momenti trascorsi nel borgo.

Il concerto si inserisce anche nella settimana dedicata alla commemorazione del Servo di Dio Don Biagio Verri, venerabile barnese che tanto si prodigò per gli ultimi, la cui tomba è proprio nella Chiesa di San Pietro e Paolo. Il prossimo 2019 sarà il bicentenario dalla nascita, altro appuntamento che Barni non si lascerà scappare.

L'Ensemble Femminile Cum Corde nasce nell'ottobre 2006 dall'iniziativa di Anna Fruet e del suo maestro Francesco Sacchi. Il progetto si è realizzato nell'incontro con alcune persone desiderose di conoscere la musica attraverso la voce e il canto corale. La ricerca del gusto espressivo, la fusione delle voci non solo come puro fatto tecnico è il risultato di uno stesso grande cuore: "Cum Corde". La scelta del repertorio investe stili ed espressioni musicali che comprendono momenti diversi della storia della musica, perchè la voce possa esprimere tutta la sua bellezza e completezza. Molte pagine con destinazione strumentale sono state elaborate per le esecuzioni vocali del nostro Ensemble dal Maestro Francesco Sacchi che cura costantemente l'intero repertorio che comprende composizioni sacre e profane del XIII,XIV,XV e XVI secolo, brani di origine celtica, musica leggera e jazz. 

Il Direttore Artistico Anna Fruet insegnante di educazione musicale, ha fatto dell'impegno pedagogico il fulcro della sua attività; ha ideato una propria originale metodologia didattica. Il repertorio eseguito dall’Ensemble comprende composizioni sacre soprattutto del periodo medievale e rinascimentale, musica tradizionale irlandese e musica leggera. L’Ensemble femminile "CUM CORDE" fa parte dell’Associazione USCI – provincia di Lecco; ha partecipato a rassegne corali e si è esibito in diverse località della Lombardia. 

L’esecuzione del brano “Angelus ad virginem” (anon. del XIII sec) fa parte della compilation corale “Betlemme anno zero - L’attesa di un mistero” edito dell’USCI-Lecco nel 2012. Sono 18 le coriste dell’Ensemble Cum Corde dirette da Anna Fruet, insegnante di educazione musicale che ha fatto dell’impegno pedagogico il fulcro della sua attività. Ha ideato una propria originale metodologia didattica dal titolo “La musica si può raccontare”. La direzione corale nasce dalla medesima passione educativa e comunicativa che anima il suo lavoro nel mondo della scuola.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Gennaio 1601 il Trattato di Lione segna l'annessione del marchesato di Saluzzo ai dominii sabaudi

Social

newFB newTwitter