Milano , 12 giugno 2018   |  

Palazzo Pirelli inaugura la mostra "Inferno 1914-1918"

Una mostra dedicata alla Prima Guerra Mondiale, l’“Inferno 1914-1918”. La mostra conta sul patrocinio del Consiglio regionale e sarà visitabile a ingresso libero fino al 29 giugno

Mostra Tom Porta

Una mostra dedicata alla Prima Guerra Mondiale, l’“Inferno 1914-1918”. E’ quella dell’artista milanese Tom Porta che è stata inaugurata questa mattina a Palazzo Pirelli presso lo Spazio Eventi al primo piano, alla presenza del Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi e dei Vice Presidenti Francesca Brianza e Carlo Borghetti. 

«La mostra di oggi, nel centenario della fine del conflitto, chiude in un certo senso le celebrazioni della Grande Guerra –ha detto il Presidente Alessandro Fermi-, e ci consegna un’idea umanissima di quegli uomini, attraverso opere d’arte che gettano luce sui loro sentimenti e bisogni: la dolenza, la paura, la fatica, il sacrificio. A noi è affidato il compito di ricordare quello che è stato e da dove veniamo, nella convinzione che solo con la conoscenza e la memoria si può sostenere una cultura della pace e della pacifica convivenza tra i popoli».

Sono quindi intervenuti l’organizzatore della mostra Vincenzo Panza e il curatore Angelo Crespi: dopo il taglio del nastro, per i presenti è stato possibile visitare le opere esposte accompagnati dall’artista.

Nato nel 1970 a Milano, Tom Porta ha mostrato fin dall’infanzia una forte attitudine verso il disegno e le arti in generale. Si è diplomato Maestro d’Arte e ha iniziato una carriera di successo nell’illustrazione e nella fotografia. Ha vissuto in Italia, Germania, Francia, Giappone e Stati Uniti e, fin dagli albori della carriera, ha scelto di fondere le sue esperienze di vita nella propria pittura. Dal 2003 Tom Porta dipinge a tempo pieno entrando con le sue opere in importanti collezioni così come in aste quali Sotheby’s e Christie’s.

Il suo cammino continua approdando a quello che è il suo porto naturale: la peggiore invenzione dell’uomo, la guerra. Lo fa con il progetto “W.A.R. – We Are Restless, the unheard soldier scream” (Noi siamo senza riposo, l’inascoltato grido del soldato), che riscontra un grande successo internazionale. Dopo l’anteprima al Famedio di Milano nel novembre 2014 di 6 tele della sua nuova mostra, “Inferno 1914-2014”, in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, debutta con la stessa sempre al Famedio e la ripropone ora in una rinnovata versione negli spazi espositivi del Consiglio regionale.

La mostra, che conta sul patrocinio del Consiglio regionale della Lombardia, sarà visitabile a ingresso libero fino al 29 giugno con i seguenti orari: dal lunedì al giovedì ore 9.30-12.30 e 13.30-17.30;  il venerdì dalle 9.30 alle 13.00.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Febbraio 1455 data tradizionale di pubblicazione della Bibbia di Gutenberg, il primo libro occidentale stampato con caratteri mobili

Social

newFB newTwitter