10 ottobre 2016   |  

Pallavolo: buona la prima per il Pool Libertas

La squadra canturina conquista i primi due punti nel derby contro Brescia

libertas-brescia.jpg

Esordio casalingo per la Pool Libertas Cantù, che ha affrontato al Parini la Centrale del Latte McDonald's Brescia dei senatori Tiberti e Cisolla. Partita lunga e combattuta, giocata bene da entrambe le squadre e che ha visto la Libertas conquistare i primi due punti del suo campionato vincendo al tie-break.

È Brescia a prendere subito un break in avvio del primo set, portandosi sul 6-3 grazie a un ace di Esposito, aiutato dal nastro. La Libertas, però, non demorde e pareggia subito grazie a un Caio in gran spolvero (9-9). Un ace di Richards e il primo vantaggio interno del match è realtà. Coach Zambonardi chiama il suo primo time-out discrezionale. Al rientro la squadra ospite piazza un break di 4-0 riportandosi avanti (10-13), e Coach Della Rosa ferma a sua volta il gioco. Si riprende, e due punti consecutivi di Esposito siglano il massimo vantaggio esterno (11-15). Ace di Cisolla, Coach Della Rosa non è sicuro e chiama il video check. Le immagini confermano il punto dello schiacciatore trevigiano, e la Centrale del Latte vola sul +5 (12-17). Cantù gioca alla pari, recupera due lunghezze, ma Brescia risponde punto su punto. Due invasioni a muro della Libertas, e Brescia ritorna a +5 (19-23). Un servizio out di Caio consegna il set in mano agli ospiti (20-25).

Il secondo set inizia con Brescia che vola 3-0, e con la Libertas subito a impattare (4-4). Il video check protagonista in questo inizio di set, con un attacco di Cisolla fischiato in campo dagli arbitri. Coach Della Rosa chiede il check per palla in/out, e il secondo arbitro fischia palla toccata a Monguzzi, per poi rivedere la decisione dando palla out e punto ai canturini. Coach Zambonardi, di conseguenza, chiama il check per tocco a muro tra le proteste del pubblico sugli spalti e dei giocatori in campo. Il punto viene quindi assegnato alla Centrale del Latte che si porta sul 4-6. Cantù, però, è brava a non disunirsi, e risponde colpo su colpo agli avversari. Un ace di Riva porta le squadre in parità (9-9). Sono due errori dello stesso giocatore lecchese a spingere Brescia sul +2 (9-11). Un errore in attacco di Bisi e la Libertas ritorna sotto (13-14). Coach Zambonardi chiama time-out. Al rientro dalla pausa un tocco mani out di Riva e si torna pari (14-14). Si prosegue punto a punto, con nessuna delle due squadre che riesce a piazzare un break. Il gioco è vivace e divertente, e nessuno dei giocatori in campo molla. il vantaggio decisivo arriva solo nel finale del set grazie a Caio e Richards, che portano la partita in parità (25-23).

Nel terzo set è Cantù ad andare avanti subito 3-0 sul turno in battuta di Richards. Brescia parte contratta, e Coach Zambonardi chiama il suo primo time-out discrezionale sul 5-2. Qualche errore di troppo dei padroni di casa e la Centrale del Latte torna sotto (7-6). Altro turno al servizio decisivo, questa volta di Riva, e l'allenatore bresciano è costretto a chiamare il suo secondo time-out discrezionale (11-6). Al rientro in campo l'inerzia del gioco non cambia, con Cantù che mantiene il vantaggio acquisito. Altro turno al servizio devastante di Richards, che amplia il divario già esistente tra le due squadre (18-9). La squadra ospite non riesce a ritrovare il filo del gioco, e il vantaggio interno raggiunge la doppia cifra (22-10). La squadra ospite consegna il set ai canturini con un errore in ricostruzione (25-11).

Il quarto set riparte con un gioco vivace, con le due squadre che lottano a colpi di break (0-2, 2-4) e contro break (2-2, 6-4). Con il turno in battuta di Esposito, che favorisce un break di 4-0, Brescia ritorna avanti (8-10). Uno scatenato Caio riporta le squadre in parità (11-11). La Centrale del Latte prova a scappare (13-15), ma la Libertas pareggia subito (15-15). Un ace di Cisolla e una veloce di Esposito portano i bresciani sul +3 (15-18), ed è il turno di Coach Della Rosa di chiamare time-out. Al rientro l'inerzia del set non cambia e il vantaggio degli ospiti aumenta fino al +5 (22-17), che costringe il coach canturino a chiamare il suo secondo time-out discrezionale. Ma il vantaggio ospite, che aumenta a 6 lunghezze grazie a un muro di Esposito su Caio, è troppo ampio. Chiude il set una veloce del centrale cuneese di Brescia sul 25-19.

Quinto set che parte con la Libertas subito avanti 4-1, e Coach Zambonardi che chiama time-out. Brescia ritorna sotto (4-3), ma Cantù ricaccia indietro gli avversari (7-4). Si va al cambio campo sul punteggio di 8-6. I canturini si riportano sul +3 grazie a una pipe di Richards (10-7) e Coach Zambonardi chiama il suo secondo time-out discrezionale. Brescia non molla, e piano piano rosicchia il vantaggio interno fino a riportarsi sotto (12-11), costringendo Coach Della Rosa a chiamare time-out. Un ace di Bisi, e Brescia aggancia a quota 13, e il coach canturino chiama il suo secondo time-out discrezionale. Un attacco mani out di Richards consegna il primo match point alla Libertas. È lo schiacciatore australiano a mettere a terra il punto in attacco che vale set e partita (15-13).

Queste le parole di coach Della Rosa a fine match: "Le statistiche potrebbero essere migliori. Paghiamo in discontinuità ed in esperienza, quindi i numeri non sono eccezionali. Abbiamo iniziato con una ricezione pessima nel primo set, poi è salita di colpo nei due successivi. Questa è la chiave del nostro gioco, del vincere o del perdere. Nel quarto set abbiamo avuto dei momenti di discontinuità, scendendo anche in attacco, non solo in ricezione, e questo è significativo. Siamo una squadra giovane, che ha grandi margini di miglioramento, e questo ci conforta".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Settembre 1499 con il trattato di Basilea la vecchia Confederazione, che ha dato origine alla Svizzera, diventa uno stato indipendente.

Social

newFB newTwitter