Como, 20 aprile 2017   |  

Paratie, rinviati a giudizio Lucini e Bruni

Coinvolti anche altri dirigenti comunali, udienza il 17 maggio

images

Rinvio a giudizio per il sindaco Mario Lucini, il suo predecessore Stefano Bruni e alcuni
dirigenti comunali nel secondo troncone d'inchiesta sulle
presunte irregolarità nelle gare e nelle procedure per
l'affidamento degli appalti per la realizzazione delle paratie
in riva al lago.

Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Como, Carlo
Cecchetti.Agli imputati il pm Pasquale Addesso contesta a vario titolo
accuse che vanno dalla truffa al falso, dalla "turbata libertà
della scelta del contraente" all'abuso d'ufficio e alla
violazioni di norme edilizie e paesaggistiche.
Il fascicolo verrà unificato in aula con il primo troncone di
inchiesta, che vede indagati gli ex direttori dei lavori e i
dirigenti comunali. L'udienza per l'unificazione è stata fissata
il 17 maggio prossimo.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Luglio 1943 seduta segreta del Gran Consiglio del Fascismo in cui viene discusso l'Ordine del giorno Grandi che porta alle dimissioni di Benito Mussolini

Social

newFB newTwitter