Besana Brianza, 09 luglio 2018   |  

Passaggio a livello in tilt a Besana

Linea ferroviaria S7 si è verificato un malfunzionamento del passaggio a livello, interviene il consigliere regionale leghista Alessandro Corbetta che chiede risposte immediate da parte Reti Ferroviarie Italiane, l’ente a cui compete la gestione e manutenzione dell’infrastruttura

Besanino

Linea S7, passaggio a livello in tilt a Besana Brianza, stamane lunedì 9 Luglio. «A guardare le immagini dell’ennesimo guasto di un passaggio a livello avvenuto a Besana lungo la linea ferroviaria S7, viene da chiedersi se siamo nel cuore della Brianza o nel terzo mondo. E’ infatti grave e scandaloso che quasi ogni giorno si verifichino malfunzionamenti dei passaggi a livello senza che Reti Ferroviarie Italiane, l’ente a cui compete la gestione e manutenzione dell’infrastruttura, faccia nulla per risolvere la problematica.»

E’ quanto commenta il consigliere regionale leghista Alessandro Corbetta a seguito del guasto avvenuto questa mattina al passaggio a livello in via Guidino a Besana in Brianza (Mb) che ha causato ritardi sulla linea. Per permettere il passaggio del treno è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine.

Corbetta proprio nei giorni scorsi aveva chiesto ai colleghi consiglieri regionali eletti nelle province di Monza e Lecco di istituire un tavolo di lavoro bipartisan sulla linea S7.

«Giovedì 12 Luglio – annuncia Corbetta – ci sarà il primo incontro con gli altri consiglieri regionali del territorio e il comitato pendolari per discutere delle problematiche del Besanino. Partiremo proprio dall’urgenza dettata dai vergognosi guasti al passaggio a livello che causano disservizi ai pendolari e mandano in tilt il traffico su gomma e chiederò ai colleghi azioni forti e decise da portare avanti insieme. RFI – conclude Corbetta -  deve dare risposte immediate perché la pazienza dei pendolari è finita da un pezzo»

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Gennaio 2005 in Somalia,  miliziani musulmani integralisti distruggono completamente il cimitero italiano di Mogadiscio. Dietro il vandalismo probabili interessi edilizi sulla zona.

Social

newFB newTwitter